Monti al Financial Times: "Non servono manovre correttive"

1' di lettura

"L’Italia rischia una nuova austerity" ha scritto il quotidiano britannico citando un rapporto circolato durante i lavori dell'Eurogruppo di Copenhagen. Immediata la risposta del governo, che esclude questa ipotesi. Passera: “Con l’austerità si cresce”

L'Italia rischia di essere costretta a varare nuove misure di austerità se la crescita non sarà sufficiente o i rendimenti dei titoli di stato dovessero risalire. E' quanto si legge in un "Rapporto sulla situazione di bilancio dell'Italia" circolato durante i lavori dell'Eurogruppo di Copenhagen e reso pubblico dal Financial Times. In altre parole, secondo la Ue il nostro Paese è sulla via del risanamento, ma gli sforzi potrebbero non bastare. Immediata la risposta del governo che, prime attraverso fonti di Palazzo Chigi e poi con le dichiarazioni del ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, esclude che il presidente del Consiglio Monti esclude misure correttive.

Ft: "L'Italia rischia una nuova austerity" - Il rapporto confidenziale reso noto il 3 aprile dal FT, ed elaborato dalla direzione generale per gli Affari Economici e Finanziari della Commissione Europea, ha comunque lodato i tagli alla spesa già varati dal paese a partire dal maggio 2010. Tagli che, si legge nel documento, potrebbero portare l'Italia a raggiungere un "consistente avanzo primario".
"Gli ambiziosi obiettivi di pareggio bilancio dell'Italia - si legge però sul quotidiano britannico - potrebbero essere compromessi dalla recessione e da tassi d'interesse troppo alti" e il governo potrebbe essere costretto a varare "nuove misure di austerità" per portare a termine il programma.

Passera: "Con l'austerità non si cresce" - Notizia, questa, che è stata subito smentita dal governo. L'Europa e l'Italia, precisano infatti fonti di Palazzo Chigi, hanno bisogno di riforme strutturali per avviare e consolidare la crescita ma, come ha ricordato il presidente del Consiglio Mario Monti, non c'è bisogno in Italia di manovre correttive per far fronte
alla crisi.
"Con l'austerità non si cresce - ha poi aggiunto il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera - al contrario, dobbiamo mettere in moto tutte quelle operazioni per fare in modo che dopo aver messo in ordine i conti ci sia anche crescita dell'economia e dell'occupazione".

Leggi tutto