Spread giù di 166 punti. La Bce applaude l’Italia

1' di lettura

Francoforte rileva come il nostro paese sia tra quelli dell’eurozona ad aver registrato il maggiore calo nel differenziale tra i propri titoli e quelli tedeschi fra fine novembre e inizio marzo. Questo nonostante i giudizi negativi delle agenzie di rating

Guarda anche:
Spread sotto quota 300 punti, ai minimi da settembre

L'Italia è il paese dell'eurozona che ha registrato il maggiore calo dello spread tra i propri titoli di Stato e i Bund tedeschi. Lo afferma la Bce nel suo bollettino mensile. Francoforte sottolinea come questa flessione, pari a 166 punti, sia avvenuta "nonostante il declassamento da parte delle tre principali agenzie di rating".
Nelle ultime settimane, infatti, il nostro paese è finito più volte nel mirino delle “tre sorelle” americane. L’ultimo declassamento a febbraio, che ha coinvolto gli enti locali italiani e 24 banche. Ma pochi giorni prima, sempre Moody’s, aveva declassato il rating del debito del nostro paese da A2 a A3.

Dunque nonostante queste decisioni il differenziale tra i nostri titoli di Stato e quelli tedeschi è sceso ugualmente. Negli ultimi giorni lo spread viaggia al di sotto dei 300 punti base. Un livello che non si vedeva da agosto.

Leggi tutto