Grecia: nessun accordo sull’austerity, default più vicino

1' di lettura

Salta l’intesa tra i partiti sul nuovo piano voluto da Commissione europea, Bce e Fondo monetario internazionale. Il premier Papademos convoca un nuovo vertice in extremis. Intanto per martedì 7 febbraio i sindacati proclamano uno sciopero generale

Guarda anche:
Tutte le notizie e gli aggiornamenti sulla crisi

La Grecia si avvicina pericolosamente al default dopo che i partiti, riuniti dal premier Lucas Papademos, non sono riusciti a trovare un accordo sulle nuove misure di austerity per soddisfare le richieste della Troika (Commissione europea, Bce e Fondo monetario).
Il premier greco tenterà in extremis di convincere le forze politiche durante un nuovo vertice. Però nel paese la situazione si fa sempre più difficile. Contro il piano di austerity che il governo di Atene sta discutendo con la Troika, i due maggiori sindacati greci dei settori pubblico e privato, Adedy e Gsee, hanno infatti annunciato per martedì 7 febbraio uno sciopero generale di 24 ore.

Tutti i video sulla crisi economica:

Leggi tutto