Scontrino, questo sconosciuto. Anche a Napoli

1' di lettura

Dopo i blitz di Cortina e di Milano, il corrispondente di SkyTG24 ha fatto un giro nei negozi partenopei con una telecamera nascosta. E molto spesso si è trovato ad avere difficoltà con le ricevute. IL VIDEO

Guarda anche:
Evasione fiscale, un'emergenza da 150 miliardi l'anno
Evasione, sul web arrivano gli attivisti dello scontrino
Cortina e il blitz anti-evasione: nei negozi +400% d'incassi

Chi finge di dimenticarlo, chi ne dà uno d'importo inferiore, chi lo emette irregolarmente e chi, a volte, lo rilascia onestamente.

Dopo il blitz di Cortina e quello di Milano da parte dell'Agenzia delle entrate, a Napoli il corrispondente di SkyTG24, Paolo Chiarello, è andato in giro con una telecamera nascosta: ha fatto acquisti e ha poi richiesto lo scontrino, e il più delle volte, si è visto rispondere con un'alzata di spalle. Tabaccai, bar, fruttivendoli, cartolerie e molti altri: su 12 esercenti solo in 2 lo hanno emesso subito.

Un reportage significativo, che certo non ha valore statistico, ma che conferma una diffusa zona d'illegalità, confermata anche dal fatto che negli ultimi controlli fiscali, in città, otto esercizi commerciali su dieci sono stati multati per irregolarità.

Leggi tutto