Monti: "L'Italia non sarà più un problema per l'Ue"

1' di lettura

Il premier da Londra, dove si è visto con Cameron, risponde alla Merkel: "Niente da chiedere alla Germania, ma c'è un problema di governance". Poi annuncia le prossime riforme. E, secondo indiscrezioni, Sarkozy avrebbe condannato "l'ortodossia tedesca"

Guarda anche:
Merkel: "Impressionata dalle riforme dell'Italia"
Monti a Parigi: "Ogni Stato Ue faccia la sua parte"
Liberalizzazioni: la bozza del governo

Il premier Mario Monti convincerà i mercati che "l'Italia è un paese solido e stabile". Poche parole decise quelle rilasciate al Financial Times dal presidente del Consiglio, nel suo viaggio londinese dove ha incontrato il primo ministro britannico David Cameron. Parole che arrivano proprio all'indomani di voci di un ulteriore declassamento per il nostro Paese da parte di Fitch, che oggi 18 gennaio ha specificato di prevedere un "possibile taglio di due note" del rating sovrano dell'Italia. "Mario Monti è un leader forte" ha detto Cameron ai giornalisti dopo l'incontro con il presidente del Consiglio.

Merkel: "Cerchiamo di capire cosa poter fare per l'Europa" - Intanto la crisi economica continua ad agitare l’Eurozona. "Sto ancora cercando di capire cosa la Germania possa fare di più per gli altri paesi europei"  ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, rispondendo indirettamente alla richiesta avanzata dal premier Mario Monti, che in una recente intervista diceva che l’Italia ha fatto la sua parte e chiedeva un maggiore aiuto da parte degli altri Paesi dell’Ue. Il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert  ha inoltre precisato che "nessuna richiesta di ulteriore aiuto è stata fatta da Mario Monti nel recente incontro a Berlino con Angela Merkel".

Monti: "L'Italia non chiede niente a nessuno"
- Nella conferenza stampa congiunta con Cameron, Monti ha commentato le parole di Angela Merkel. "I Paesi dell'Eurozona in difficoltà col debito pubblico non hanno niente da chiedere specificatamente alla Germania - ha spiegato - c'è un problema della governance dell'Eurozona che non è adeguata alla sfida. L'Italia non chiede niente a nessuno, ma si sforza nel contribuire a migliorare la governance".

Sarkozy critica la Germania - E il ruolo della Germania sembra essere al centro del dibattito anche in Francia. Secondo quanto si legge sul settimanale satirico Le Canard Enchaine, sempre molto ben informato sui retroscena dell'Eliseo, il presidente francese Nicolas Sarkozy avrebbe detto rigorosamente 'off the records' che nell'attuale crisi che scuote l'Ue "il problema è la governance europea. Paghiamo cara l'ortodossia tedesca".

Presentata la bozza delle liberalizzazioni - "Le riforme faranno uscire l'Italia dalla lista dei problemi dell'Ue" ha detto poi Monti nel suo intervento al London Stock Exchange, dove ha annunciato le prossime misure che assumerà l'Italia Dentro al provvedimento, che potrà cambiare ancora fino  all'esame del Consiglio dei ministri, misure che vanno dalla  separazione di Snam Rete Gas da Eni alle ferrovie, dai taxi ai  carburanti, fino alle professioni e alla rc auto. (clicca per leggere le principali misure previste nel decreto)



Tutti i video sulla crisi economica

Leggi tutto