Bene l'asta dei Btp, calano i tassi d'interesse

1' di lettura

Il Tesoro riesce a piazzare tutti e tre i miliardi di titoli pubblici a tre anni e il rendimento scende di quasi un punto percentuale, dal 5,62% al 4,83%. Solo tre mesi fa era stato raggiunto il record negativo

Guarda anche:
Il dizionario della crisi economica
Crisi economica: ecco come seguirla su Twitter

Buone notizie dall'asta dei titoli pubblici. Il ministro del Tesoro ha comunicato di aver piazzato tutti e tre i miliardi di Btp messi all'asta oggi, venerdì 13 gennaio, di fronte a una domanda pari a 3,65 miliardi di euro. I rendimenti a tre anni sono calati al 4,83% rispetto al 5,62% di fine dicembre. Calano anche i tassi degli altri titoli in asta con il 3 anni anni, luglio 2014, al 4,29%.

Nel dettaglio, la quinta tranche del Btp a "tre anni novembre 2014" è stato assegnata a un tasso di 4,83%, minimo da settembre scorso. Nell'asta di novembre 2011 il rendimento era salito a 7,89%, massimo dall'introduzione dell'euro. Il bid-to-cover è risultato pari a 1,218 da 1,364 di dicembre. E' stato inoltre collocato l'ammontare massimo di 1,75 miliardi su un'offerta di 1-1,75 miliardi di titoli non più in corso di emissione. Il Btp luglio 2014 è stato assegnato per 779 milioni al rendimento di 4,29%, con un rapporto domanda/offerta di 2,276; il buono agosto 2018 è stato collocato per 971 milioni al tasso di 5,75%, con un bid-to-cover pari a 1,606.

Leggi tutto