Visco: sugli spread molta volatilità ma sono sotto i massimi

1' di lettura

Così il governatore della Banca d'Italia in un'intervista al Sole 24 Ore commenta il nuovo rialzo del differenziale Btp-Bund. Napolitano al Corriere della Sera: sullo sviluppo economico priorità al Meridione

(In fondo tutti i video sulla crisi)

"Gli spread restano molto sotto i  massimi, la manovra è stata essenziale, senza non sappiamo dove  saremmo potuti essere". A dichiararlo il Governatore di Bankitalia,  Ignazio Visco, in un'intervista a Il Sole 24 Ore (guarda nel video in alto la rassegna stampa).
Parole che arrivano il giorno dopo un nuovo rialzo (500 punti) del differenziale tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi. Rialzo che arriva nonostante il varo della manovra "salva Italia".

Visco: "L'Italia ha fatto la sua parte" -
"L'Italia ha fatto la sua parte ma per riconquistare la fiducia piena servono tempo e impegno", spiega il governatore della Banca d'Italia al Sole 24 Ore. E parlando della solidità delle banche aggiunge: "La liquidità c'è, dopo l'intervento della Bce gli istituti aiuteranno le imprese e le famiglie". L'Italia, secondo Visco, deve continuare a  impegnarsi nelle riforme di struttura. In particolare il Governatore sollecita interventi sulla crescita, anche a costo zero. E sul mercato del lavoro dice: "Dobbiamo muoverci verso un sistema che garantisce il lavoratore, non il posto di lavoro".

Napolitano: sullo sviluppo economico priorità al Meridione - Sul Corriere della Sera parla invece il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in un colloquio incentrato sulle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità di Italia. Ma in cui c'è spazio anche per i problemi del Sud: "Ho confutato sistematicamente argomenti scarsamente fondati su una fatale dissoluzione della nostra unità nazionale o su una sua antica e nuova immaturità o irrealizzabilità. Non solo non ho negato ma ho messo in evidenza la gravità della maggiore incompiutezza del nostro processo di unificazione indicandola nel persistere della questione meridionale. Si tratta, ovviamente, di un tema di riflessione e di ricerca centrale non solo per chi vive e opera nel Mezzogiorno, ma per chiunque abbia a cuore le sorti e le prospettive dello sviluppo complessivo dell'economia e della società italiana e del rafforzamento dello Stato nazionale".

Tutti i video sulla crisi

Leggi tutto