Della Valle: "Prendere dai patrimoni, non dalle imprese"

1' di lettura

L'imprenditore, ospite di SkyTG24, commenta la manovra del governo Monti: "Ora bisogna puntare sulla crescita. Occorre capire come far ripartire il Paese". Poi critica l'amministratore delegato di Fs Moretti, suo prossimo concorrente. L'INTERVISTA

Guarda anche:
Manovra, dalla Camera 495 sì alla fiducia
Berlusconi: "Monti è disperato, non è detto che duri"
Lega scatenata, alla Camera si rischia la rissa. LE FOTO

(in fondo all'articolo tutti i video sulla manovra)

Se si deve aggiungere qualcosa alla manovra, "lo si vada a prendere dai patrimoni di chi ha di più, non dalle aziende che devono essere competitive né dalle famiglie".
Lo afferma a SkyTG24 il patron di Tod's Diego Della Valle. Ora, insomma, bisogna puntare alla crescita: "Il pezzo nuovo, che ci aspettiamo tutti ora - ha aggiunto - è la competitività e quindi capire come far ripartire il Paese".
Nell'intervista di Maria Latella, Della Valle attacca poi l'amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti: "è stipendiato dagli italiani; il cittadino che viaggia male in treno, non in orario, e che giustamente si lamenta e' anche quello che paga lo stipendio a questo signore".
Parlando di Ntv, società in cui detiene una partecipazione e prossimo concorrente di Fs,  Della Valle dice che alcune volte "salta dalla sedia. Vedere che il monopoliozzatore attuale delle Ferrovie, che costringe i cittadini italiani a viaggiare malissimo, cerchi anche di non fare arrivare nessun altro è una cosa assolutamente assurda".

Leggi tutto