Moody's rivedrà tutti i rating dell'Eurozona

1' di lettura

Lo comunica una nota dell'agenzia che spiega: sono mancate "misure decisive" al vertice europeo della scorsa settimana. Intanto, nel nostro Paese, buona domanda all'asta del Bot-day, ma torna a salire lo spread tra btp e bund tedeschi

L'agenzia di rating Moody's conferma che rivedrà le note dei Paesi della zona euro e dell'Ue nel primo trimestre 2012 perché il vertice europeo della scorsa settimana non ha assunto "misure decisive".

"L'assenza di misure per stabilizzare i mercati nel breve termine significa, per la zona euro e l'Ue più in generale, restare soggetti a nuovi shock e che la coesione della zona euro rimane sotto una minaccia costante", afferma Moody's in una nota dove si spiega che sui rating sovrani dei paesi della zona euro permane pressione al ribasso nonostante l'accordo raggiunto dal vertice Ue. In assenza di iniziative decisive, dice l'agenzia, l'Europa resta soggetta a ulteriori shock che minaccano la valuta unica. Nel corso dei primi tre mesi dell'anno prossimo, aggiunge la nota Moody's, verrà riesaminato il merito di credito degli emittenti sovrani e messa dunque in discussione anche la tripla A di Paesi come la Francia ritenuti finora i più solidi dell'Ue.

Intanto, dopo il Btp day del 28 novembre scorso dedicato all'acquisto di titoli già in circolazione, si è tenuto oggi lunedì 12 dicembre il Bot day per l'acquisto di titoli di nuova emissione, in particolare i Bot annuali, con scadenza 14 dicembre 2012, che saranno emessi in asta dal ministero dell'Economia e delle Finanze. In occasione dell'iniziativa, non sono state dovute le commissioni che normalmente vengono pagate alla propria banca per sottoscrivere i titoli. L'asta ha visto una buona domanda e rendimenti in calo, torna a salire invece lo spread tra btp e bund tedeschi.

Guarda anche
Vertice europeo:fallisce l'accordo a 27

Leggi tutto