Istat, il 29,2% dei giovani è senza lavoro

1' di lettura

Ad ottobre la disoccupazione sale all'8,5%, il livello più alto dal maggio del 2010. Rispetto all'anno scorso gli inoccupati tra i 15 e i 24 anni sono aumentati di 1,5 punti. In Germania, i lavoratori aumentano di 20 mila unità. I DATI

Garda anche:
Istat: gli stipendi restano fermi, ma i prezzi aumentano
Come è cambiata l'Italia negli ultimi 150 anni
Istat, oltre 8 milioni di italiani sono poveri

Il tasso di disoccupazione a ottobre si attesta all'8,5%, in aumento di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,1 punti rispetto all'anno precedente. (GUARDA IL GRAFICO). Lo rende noto l'Istat precisando che si tratta del livello più alto dal maggio del 2010. Resta difficile la situazione per i giovani tra i 15 e i 24 anni. Il 29,2% non lavora.

I dati sulla disoccupazione giovanile  - Secondo i dati resi noti il 30 novembre dall'Istituto di Statistica, "il tasso di disoccupazione giovanile è pari al  29,2%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto a settembre. Rispetto a ottobre 2010 il tasso di disoccupazione 15-24 anni è aumentato di 1,5 punti.

A ottobre l'occupazione è ferma - Il tasso di occupazione - segnala l'Istat - è pari al 56,9% stabile su settembre e in aumento in termini tendenziali di 0,1 punti percentuali. L'Istat segnala che a ottobre la stabilità dell'occupazione complessiva rispetto a settembre è sintesi di una diminuzione della componente maschile (-0,5%) e di un aumento di quella femminile (+0,8%).
In pratica, spiegano i tecnici dell'istituto, nel mese si sono registrati 69mila occupati in meno tra gli uomini e 76mila occupati in più tra le donne rispetto a settembre. Anche su base annua la crescita dell'occupazione interessa esclusivamente la componente femminile (+1,2%), mentre l'occupazione maschile diminuisce dello 0,4%.
La disoccupazione maschile cresce del 6,5% rispetto al mese precedente e del 4,5% nei 12 mesi. Il tasso di disoccupazione maschile aumenta di 0,5 punti percentuali nell'ultimo mese portandosi al 7,9% mentre quello femminile segna una flessione di 0,2 punti e si attesta al 9,4%.

In Germania disoccupazioni ai minimi -
Un'ultima curiosità: il tasso di disoccupazione in Germania è sceso al 6,4% a novembre. Si tratta del dato più basso dalla riunificazione. Il numero di disoccupati è sceso di 20 mila unità, il quadruplo del previsto.

Leggi tutto