Le Borse volano. Btp-day: scambi record

1' di lettura

Nonostante le stime negative di Ocse e Moody’s, i mercati europei corrono. Piazza Affari chiude a +4,6%. Bilancio positivo anche per la prima delle due giornate per acquistare titoli di Stato senza commissioni: registrati 86.681 contratti

Guarda anche:
L'Ocse: "L'Italia in recessione nel 2012"
Btp-Day, "la festa del debito comune". Istruzioni per l’uso

Chiusura di seduta in forte rialzo per la Borsa, stimolata dalle voci su un accordo franco-tedesco per una riforma del Patto di stabilità europeo che consenta maggiori margini di manovra alla Bce e apparentemente noncurante delle stime pessimiste di Moody's e Ocse. L'indice Ftse Mib segna così un progresso del 4,60%, All Share a +4,31%. In ripresa le banche, bene l'energia e Fiat; ancora in calo Finmeccanica. Torna invece sopra i 500 punti base lo spread, il differenziale tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi. Ma a caratterizzare la giornata è stato anche il successo del primo Btp-Day, la giornata in cui è stato possibile acquistare titoli di Stato senza pagare commissioni.

La giornata in borsa -
Piazza Affari coglie al volo la voglia di rimbalzo dopo una settimana disastrosa e si allinea ai rialzi delle altre borse europee. A far da detonatore le indiscrezioni di stampa secondo cui Francia e Germania starebbero lavorando a una revisione in tempi brevi del Patto di stabilità, con nuove regole sui bilanci pubblici e un ruolo rafforzato per la Banca centrale europea.
Sulla scia delle voci di una trattativa tra Germania e Francia per un nuovo Patto di Stabilità da approvare in tempi record tutte le borse europee hanno chiuso in forte rialzo. A segnare i guadagni maggiori è Parigi, dove l'indice Cac 40 archivia la seduta a 3.012,93 punti a +5,46%. Il Dax di Francoforte avanza del 4,6% a 5.745,33 punti, l'Ftse 100 di Londra sale del 2,87% a 5.312,76 punti,, l'Ibex di Madrid cresce del 4,59% a 8.119,9 punti.

Btp-Day: un successo la prima giornata -
In Italia oggi, lunedì 28 novembre, è stato il primo dei due Btp day promossi dall'Abi. Si tratta di due giornate in cui molte banche hanno offerto alla clientela la possibilità di acquistare titoli di stato sul secondario senza dover corrispondere le commissioni. Secondo quanto informa Borsa sono stati registrati 86.681 contratti e un controvalore pari a oltre 2,7 mld. Di questi, 80.962 contratti e 2.594.000.000 euro sui titoli di stato italiani.
La dimensione media dei contratti eseguiti sui titoli di stato italiani è stata pari a 32.000 euro, dato nettamente inferiore alla media registrata a novembre che è stata di 39.500 euro, evidenziando la grande partecipazione degli investitori retail al Btp Day. Il Titolo più scambiato è stato il Bot 31 maggio 2012 (247 milioni di euro) seguito dal Btp Agosto 2013 - 4,25% (137 milioni).

Leggi tutto