Borsa, altra giornata nera in Europa. Milano cede il 4,74%

1' di lettura

Piazza Affari registra le maggiori perdite. A incidere, l'allarme Moody's sul rating della Francia, sempre più vicina a perdere la 'tripla A'. Giù i titoli Bpm, Fonsai, Fiat e Finmeccanica. TUTTI I DATI

Guarda anche:
Il dizionario della crisi economica
Crisi economica: ecco come seguirla su Twitter
Debito, in rete partono i gruppi di acquisto (solidale)

(in fondo all'articolo tutti i video sulla crisi economica)

Chiusura in profondo rosso per le borse europee, al termine di un'altra giornata (quella di lunedì 21 novembre) di tensione per la crisi del debito sovrano, con il trionfo dei popolari in Spagna che non sembra convincere i mercati.
A scatenare le vendite è soprattutto l'allarme di Moody's sul rating della Francia, sempre più vicina a perdere la 'tripla A', ma sono anche gli Usa a preoccupare, con i lavori della commissione bipartisan anti deficit che sembrano destinati a chiudersi senza alcun risultato concreto.

Maglia nera a Milano, la peggiore in Europa, di riflesso ai timori per la crisi del debito e al mancato accordo sui tagli al deficit Usa.
L'indice Ftse Mib cede il 4,74%, a 14.509 punti (tutti i dati), All Share -4,57%. Cali più marcati per Bpm, Fonsai, Fiat e Finmeccanica.

Leggi tutto