Prezzi bassi e autonomia: Google sfida Apple sulla musica

La pagina di accesso di Google Music
1' di lettura

Le 13 milioni di canzoni disponibili costeranno il 30% in meno di quelle comprate attraverso il colosso di Silicon Valley. E per gli artisti indipendenti ci sarà la possibilità di creare una personale vetrina per poter vendere i propri brani

Google lancia la sfida ad Apple e Amazon. Moutain View ha deciso di varare il proprio negozio di musica online: "Potrete acquistare milioni di canzoni" dice il direttore dei prodotti Google, Paul Joyce.
Gli acquisti potranno essere effettuati tramite Android Market, che offrirà anche critiche di album, biografie degli artisti e video.
La musica acquistata potrà essere condivisa tramite Google+. Le canzoni disponibili su Google Music sono 13 milioni, e potranno essere scaricate a un costo - secondo indiscrezioni - di 99 cent a fronte degli 1,29 dollari di iTunes.

Inediti e la possibilità di creare una personale vetrina - Google Music offrirà anche servizi esclusivi, inclusi sei concerti dei Rolling Stone che non sono stati precedentemente commercializzati, fra i quali uno registrato a Bruxelles nel 1973, considerato un classico fra i collezionisti.
Google consentirà anche agli artisti indipendenti di creare per 25 dollari una loro pagina, nella quale potranno vendere musica a un prezzo che saranno loro a stabilire e condividendo con Google i guadagni.
Gli artisti, vendendo musica sulla loro pagina, potranno trattenere il 70% del prezzo di vendita.

Per ora diponibile solo negli Usa - Il servizio musicale sarà per ora disponibile nel Stati Uniti. "Abbiamo raggiunto un accordo con Google per la vendita del nostro catalogo" evidenzia Universal Music, una delle case discografiche che ha siglato accordi con Google. "Ci attendiamo che l'intesa di traduca in nuovi importanti ricavi per i nostri artisti" aggiunge. Sony, Emi e Merlin, oltre a Universal Music, hanno raggiunto accordi con Google.
Google ha introdotto cinque mesi fa il servizio di musica cloud Music Beta che, però, ha limitate capacità consentendo agli utilizzatori il back up della propria musica su server remoti e di sentirla in streaming sui cellulari o altri apparecchi.

Leggi tutto