Da Passera a Fornero: i ministri da sostituire nei Cda

1' di lettura

Sono cinque i membri del governo Monti appena nominati che siedono nei consigli di amministrazione di importanti società italiane quotate. Ecco nel dettaglio gli incarichi che lasciano

GOVERNO MONTI: 12 ministri con portafoglio

Guarda anche:
Video: Monti: "No a un governo a tempo" - Napolitano: "Non è ribaltone"
Le foto: Da Berlusconi a Monti: le tappe della crisi - Berlusconi: il giorno più lungo

Intesa Sanpaolo dovrà sostituire innanzitutto il consigliere delegato Corrado Passera, nell'istituto dal 2002 e sempre alla guida dopo la fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo Imi, ma anche la vicepresidente del consiglio di sorveglianza Elsa Fornero, ora titolare del Welfare. Sono cinque i ministri del governo Monti che siedono in consigli di amministrazione di importanti società italiane quotate e che dovranno ora, verosimilmente, essere sostituiti.

- Corrado Passera (la scheda): il neo ministro dello sviluppo economico e infrastrutture, oltre a essere amministratore delegato di Intesa Sanpaolo (incarico conferito al vicedirettore generale vicario Marco Morelli), rappresenta la banca nel patto di sindacato di Rcs Mediagroup, che riunisce i grandi soci del gruppo editoriale, e nel comitato esecutivo dell'Abi. Tra gli incarichi in consigli di spicco, al di fuori delle società quotate in Borsa, quello nella Fondazione la Scala (Intesa Sanpaolo è tra i soci fondatori del teatro milanese) e nell'università Bocconi di Milano.

- Elsa Fornero (la scheda): nominata ministro del lavoro, delle politiche sociali e delle pari opportunità, è vicepresidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, dove era stata indicata nel 2010 dalla Compagnia di San Paolo di cui era ai tempi vicepresidente. E' inoltre consigliere di Buzzi Unicem.

- Francesco Profumo (la scheda): il rettore del Politecnico di Torino e presidente del Cnr, indicato al ministero dell'istruzione, università e ricerca, siede nei consigli di amministrazione di Telecom Italia, di Pirelli e di Fidia.

- Piero Gnudi: nominato ministro del turismo e dello sport, l'ex presidente di Enel ricopre la carica di consigliere in Unicredit, in Astaldi e nel Gruppo 24 ore.

- Piero Giarda: titolare dei rapporti con il Parlamento, è membro dei consiglio di sorveglianza del Banco Popolare ed è stato recentemente indicato nella lista per il consiglio di amministrazione che nascerà con l'abbandono del sistema di governance duale.

Tutti i video sul governo Monti

Leggi tutto