Borse, Milano chiude in rialzo. Ma lo spread resta alto

1' di lettura

Seduta movimentata per Piazza Affari nel giorno del giuramento del nuovo governo Monti. Poi gli indici terminano positivi (Ftse Mib +0,79%). Il differenziale tra il Btp e il Bund tedesco chiude a 519 punti base. Contrastati i mercati europei

Guarda anche:
Il dizionario della crisi economica
Crisi economica: ecco come seguirla su Twitter
Debito, in rete partono i gruppi di acquisto (solidale)

(in fondo all'articolo tutti i video sulla crisi economica)

Debutta con un rialzo di Borsa il nuovo governo guidato da Mario Monti, con gli indici che terminano positivi una seduta movimentata. Il Ftse Mib sale dello 0,79%, a 15.419 punti, All Share a +0,77%. Male Bpm, sale Ubi, rialzo per l'energia, Lottomatica, Fiat. Per Piazza Affari un'altra giornata in altalena, con il Ftse Mib che ha toccato anche un massimo del 2,8% per poi andare in negativo dell'1% e risalire. Molta attenzione al varo del governo Monti, con ore di tensione in mattinata in coincidenza con il prolungarsi del colloquio con Napolitano prima dello scioglimento della riserva; occhi puntati anche sullo spread, che ha oscillato rimanendo però sempre sopra i 500 punti. Poi, il differenziale Lo spread tra il differenziale tra il btp e il bund tedesco è salito in chiusura a 519 punti base, mentre il rendimento del decennale si è attestato di nuovo sulla soglia critica del 7%.

Borse europee contrastate – Le Borse europee chiudono contrastate al termine di una seduta nervosa e altalenante, segnata dalla perdurante preoccupazione per la crescita dei rendimenti dei titoli di Stato europei. Dopo i massimi storici toccati nelle scorse sedute dagli spread tra i bund decennali e gli equivalenti italiani e spagnoli, mercoledì 16 novembre hanno raggiunto un record anche i differenziali con i bond francesi. Negativi il Dax di Francoforte, che perde lo 0,33% a 5.913,36 punti, e l'Ftse 100 di Londra, che arretra dello 0,15% a 5.509,02 punti. In rialzo invece il Cac 40 di Parigi (+0,52% a 3.064,90 punti) e l'Ibex di Madrid (-0,81% a 8.304,1 punti). Nuovo tonfo per Atene, che scivola del 3,48%.

Tutti i video sulla crisi economica:

Leggi tutto