Berlusconi-Draghi: le due Italie sui giornali esteri

1' di lettura

Da un lato il neopresidente della Bce che giovedì 3 ha deciso di tagliare i tassi d'interesse. Dall'altro il premier, osservato speciale al G20 di Cannes. Così il nostro Paese diventa protagonista sulle prima pagine internazionali. VIDEO

Guarda anche:
Polemiche sulle misure anti-crisi
G20: "L'Italia rispetti i tempi delle riforme"

Due italiani, due facce della stessa medaglia - la crisi - occupano le prime pagine dei giornali internazionali di venerdì 4 novembre (guarda la rassegna stampa nel video in alto). Sono Mario Draghi, neopresidente della Bce che giovedì 3 ha deciso di tagliare i tassi d'interesse (dall'1,50 all'1,25 per cento). E Silvio Berlusconi, arrivato al G20 di Cannes con gli occhi degli osservatori internazionali puntati sulle condizioni dell'Italia che rischiano di avvicinarsi a quelle della Grecia.

Le Figaro: "Berlusconi sotto sorveglianza" - "Dopo l'ultimatum a Papandreou l'Europa mette Berlusconi sotto sorveglianza", titola il quotidiano francese Le Figaro che si concentra sul nostro Paese, "costretto a mettere subito in atto le misure anticrisi". Sulla prima pagina del britannico Daily Telegraph si ironizza invece sull'Italia con una foto di Silvio Berlusconi sorridente accompagnata dal titolo: "Torna il sorriso". Del nostro Paese parla anche il Guardian che in prima pagina segnala "L'aggravarsi della crisi in Italia".

Les Echos: "Le armi di Draghi" - "Un nuovo attore ma un vecchio copione sul palcoscenico della Bce", scrive il Wall Street Journal commentando il debutto di Mario Draghi al timone dell'Eurotower. "Draghi può essere contento della sua prestazione nella sua prima conferenza stampa come presidente della Bce", afferma il giornale Usa. "Ha fatto un buon lavoro spiegando i motivi che lo hanno indotto a tagliare i tassi" pochi mesi dopo "il rialzo" effettuato dall'ex Presidente Jean-Claude Trichet, "ed evitando dichiarazioni che avrebbero potuto peggiorare ulteriormente la situazione in Europa". Ma tuttavia, come c'era da aspettarsi, "non ci sono state differenze sostanziali col suo predecessore". Di diverso avviso il New York Times che in un editoriale parla di un "cambio radicale rispetto a Trichet", di un "segnale coraggioso". Al neopresidente della Bce è dedicata anche la prima pagina di Les Echos: "Mario Draghi mette in azione la sua arma anti recessione", scrive il quotidiano economico francese.

G20 di Cannes: tutti i video

Leggi tutto