Marcegaglia: "Visco a Bankitalia? Un'ottima scelta"

1' di lettura

Economisti, sindacati e politici: quasi tutti plaudono alla nomina del nuovo governatore. Bonanni (Cisl): "Soluzione di grande profilo". Bossi e Di Pietro tiepidi: vediamo. Bersani e Casini: l'uomo giusto

Un coro di consensi: è questa la reazione di economisti, politici e parti sociali alla nomina di Ignazio Visco a governatore della Banca d'Italia. Le critiche, invece, arrivano per la gestione dell'affaire da parte del governo, spaccato su due fronti per la nomina del successore di Mario Draghi.

Marcegaglia e Cisl: "Indipendente e professionale" - "La modalità con cui siamo arrivati" alla sua designazione, spiega la leader degli industriali Marcegaglia "non è la migliore". "Però - aggiunge - è importante che ci sia una persona di spessore in grado di garantire indipendenza e professionalità, per cui siamo soddisfatti.
Soddisfazione anche da parte dei sindacati: il segretario della Cisl Bonanni, parla di una "scelta di grande profilo nel solco della continuità istituzionale della Banca d'Italia. Voglio esprimere al neo governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, gli auguri più sinceri da parte della Cisl". Così il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni.

Il plauso degli economisti - Stesso spartito anche nel mondo dell'economia: Ignazio Visco lo "conosco da molti anni, lo apprezzo ed è molto apprezzato nelle sedi internazionali", dice Mario Monti. E un altro economista, Giacomo Vaciago, aggiunge: "Sono sorpreso. È la prima cosa buona che fa il governo Berlusconi in tre anni. Visco è il piu bravo tra tutti quelli di cui è circolato il nome. Non osavo pensare che gli avrebbero fatto scavalcare anche Saccomanni. In questi anni è stato il collaboratore piu apprezzato di Draghi. Ha una grande curriculum e una grande esperienza internazionale".

Bossi e Di Pietro tipiedi, ok da Casini e Bersani - Dalla politica, arrivano invece dichiarazioni un po' più varie: "Noi avevamo puntato su un altro", dice Umberto Bossi, ma il ministro Calderoli aggiunge: "Fermo restando che la nostra prima scelta era Grilli, avendo preso la decisione per una scelta interna a Bankitalia, ritengo che la nomina di Visco fosse la migliore possibile".
Il quotidiano leghista La Padania, però pubblica la nomina del nuovo governatore in prima pagina ma relegandola nel taglio più basso del giornale, quindi non molto visibile.
"Non conosco il professor Ignazio Visco e pertanto mi riservo di darne un giudizio quando lo vedrò all'opera" dice il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.
Mentre Casini dice che "la nomina di Ignazio Visco merita un bel 10 , il governo 4 per la gesione".
Semaforo verde anche dal segretario Pd Bersani: Ignazio Visco risponde ai requisiti di "autorevolezza e autonomia" necessari a guidare Bankitalia.

Leggi tutto