Moody's declassa la Spagna, sciopero di 48 ore in Grecia

1' di lettura

Il rating sulla solvibilità del debito sovrano passa da Aa2 ad A1 e il livello di indebitamento delle banche potrebbe portare a un ulteriore declassamento. Intanto nel paese ellenico si protesta contro le misure di austerità decise dal governo Papandreu

Guarda anche:
Agenzie di rating, chi sono e come lavorano
Moody's boccia le banche francesi. La Cina avverte l'Europa
Grecia a rischio default, il governo: "Misure drastiche"
Crisi in Grecia: rabbia, scontri, proteste

Dopo Standard&Poor's e Fitch, anche Moody's declassa la Spagna. Un duro colpo per Madrid, a un mese dalle elezioni politiche e proprio mentre in Europa si tenta di trovare un accordo per arginare la gravissima crisi finanziaria e il rischio che da alcuni Paesi la febbre si diffonda su scala globale.
Nonostante i tagli e le manovre 'lacrime e sangue' adottate dal governo Zapatero, lo stato di salute dei conti di Madrid continua a non convincere. Per questo Moody's ha abbassato di due scalini il rating sulla solvibilità del debito sovrano spagnolo, portandolo da Aa2 ad A1.

Indebitamento bancario -
La decisione - spiega l'agenzia di valutazione - è dovuta soprattutto all'alto livello di indebitamento del settore bancario del Paese iberico. Un livello tale che - spiegano gli analisti di Moody's - potrebbe portare ad un ulteriore declassamento se la crisi nell'eurozona dovesse peggiorare. Cosa che domenica 23 ottobre i leader europei riuniti a Bruxelles cercheranno di scongiurare, probabilmente mettendo sul tavolo un piano che prevede di quintuplicare la capacità finanziaria effettiva del Fondo salva-Stati, portandola a oltre 2.000 miliardi di euro. Una mossa su cui Parigi e Berlino avrebbero trovato un accordo.

Spagna, paese vulnerabile -
"La Spagna continua ad essere vulnerabile di fronte alle tensioni sui mercati", afferma Moody's, sottolineando come la crescita dell'economia spagnola non dovrebbe andare oltre l'1% nel 2012, contro l'1,8% precedentemente stimato. Questo - affermano gli analisti dell'agenzia - renderà ancora più difficile il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di bilancio" fissati da Madrid , grazie al piano di austerity varato dal governo Zapatero. Piano di austerity a cui si affianca anche un piano di ricapitalizzazioine su vasta scala delle banche.
Ma tutto ciò non convince Moody's, il cui giudizio sulla Spagna è più severo rispetto a quello delle altre due principali agenzie di rating. Standard&Poor's e Fitch nei giorni scorsi hanno infatti infierito di meno, abbassando la loro valutazione sul debito spagnolo ad AA-1. Ora, come di consueto, nei prossimi giorni sono attesi i rating di Moody's  su tutte le principali società e istituzioni finanziarie spagnole pubbliche e private.

Lo sciopero della Grecia - Se la Spagna è vulnerabile, la Grecia è paralizzata. Per 48 ore il paese ellenico incrocia le braccia per uno sciopero generale contro le misure di austerità proposte dal governo Papandreu. Si tratta del quinto sciopero dall'inizio dell'anno ed è considerato il più vasto dai tempi del regime dei colonnelli, nel 1974. La mobilitazione nazionale è stata indetta dai due principali sindacati greci, Gsee e Adedy.
Tutto è fermo: scuole, ministeri, banche, uffici postali, ospedali, studi professionistici, supermercati, panetterie. I negozi e i distributori di benzina non apriranno. Aerei e traghetti rimarranno fermi. La Grecia sarà isolata dal resto del mondo per due giorni.

Leggi tutto