Moody's declassa l'Italia di tre gradi

1' di lettura

L'agenzia taglia il rating del nostro Paese ad A2 con outlook negativo, al di sotto di paesi come Slovacchia ed Estonia. Il downgrade è dovuto anche "alle incertezze economiche e politiche". Palazzo Chigi: "Decisione attesa". Bersani: "Una mazzata"

Guarda anche:
Standard & Poor's declassa l'Italia. Berlusconi: "Colpa dei media"
Moody's rimanda la decisione sul rating dell'Italia
Tremonti: Spagna meglio di noi? Forse per il voto anticipato

L'agenzia Moody's ha deciso di tagliare il rating dei titoli di stato italiani da 'Aa2' ad 'A2' con outlook negativo. Due settimane fa anche Standard & Poor's aveva declassato il nostro Paese portando il rating da A+ ad A. "E' colpa dei media", era stato allora il commento del premier Berlusconi.

Tra le cause le "incertezze economiche e politiche" - Il downgrade di tre livelli del rating dell'Italia da parte di Moody's, spiega l'agenzia di rating in una nota, è dovuto "in parte ai rischi derivanti dalle incertezze economiche e politiche" e "in parte all'aumento dei rischi al ribasso per la crescita economica e all'indebolimento delle prospettive globali", nonché al generale calo della fiducia nelle emissioni di debito dei paesi dell'eurozona. "Il rischio di default dell'Italia è remoto", ma "la vulnerabilità di questo Paese è aumentata", afferma ancora Moody's. L'economia italiana, secondo l'agenzia di rating, continua ad essere caratterizzata da "debolezze strutturali": ostacoli alla crescita "che non possono essere rimossi velocemente".

Palazzo Chigi: "Decisione attesa" - "Era una scelta attesa" commenta con una nota Palazzo Chigi.  "Il governo italiano - si legge - sta lavorando con il massimo impegno per centrare gli obiettivi di bilancio pubblico. Quegli stessi obiettivi che sono stati oggi accolti positivamente e approvati dalla Commissione europea". In giornata, nuove polemiche hanno coinvolto il governo dopo le parole di Tremonti che ha detto: "I titoli spagnoli vanno meglio dei nostri per le prospettive di elezioni", per poi chiarire che non c'era nessun collegamento con l'Italia.

Bersani: "Una mazzata" - "Il declassamento è una mazzata. L'Italia è meglio di quel rating, ma se non c'è un cambiamento la sfiducia rischia di tirarci a fondo" commenta invece il segretario del Pd, Pierluigi Bersani.

Italia peggio di Slovacchia e Estonia - Il nuovo rating assegnato dall'agenzia Moody's, di tre gradi inferiore all"Aa2' precedente, pone l'Italia alla pari di Malta e al di sotto di paesi come Slovacchia ed Estonia in termini di affidabilità per i creditori. Si tratta di un vero e proprio salto di categoria, in quanto il precedente rating 'Aa2' annoverava il paese nella categoria immediatamente successiva alla 'tripla A' della quale godono Stati Uniti e Canada.

Leggi tutto