Merkel: "L'Italia rispetti gli impegni sul debito"

1' di lettura

"Dobbiamo fare passi avanti verso una politica finanziaria ed economica maggiormente concordata". Così la cancelliera tedesca in un'intervista in cui torna a criticare gli eurobond: "Resto contraria, lo strumento non colpisce la radice del problema"

Guarda anche:
Spread: ecco cosa significa
Cosa sono le vendite allo scoperto
Borse in calo e attacchi speculativi: istruzioni per l'uso

(in fondo tutti i video sulla crisi economica mondiale)

"Dobbiamo fare passi avanti verso una politica finanziaria ed economica maggiormente concordata. Ogni Paese membro dell'Euro deve mantenere gli impegni concordati con i partner. I primi successi sono già visibili. Ovunque nell'eurozona si parla di un tetto costituzionale al debito. Dobbiamo verificare come affidare competenze all'Europa nell'ambito dei trattati esistenti, e riflettere se cambiare i trattati. L'integrazione europea, comunque, va spinta in avanti". Lo afferma la cancelliera tedesca, Angela Merkel, in una intervista al Tagesspiegel, ripresa da Repubblica.

Per evitare la crisi della moneta unica, avverte la Cancelliera, "dobbiamo poter reagire in modo più duro a livello europeo contro politiche che contraddicono gli impegni presi". "Siamo tutti sulla stessa barca - sottolinea - e tutti devono capire che basta l'errore di uno solo per mettere in pericolo tutti".

Sul caso italiano, Merkel ribadisce che "va garantito che le decisioni tra gli europei siano anche rispettate" mentre sulla Grecia osserva: "Atene non può risolvere in una notte gli errori di anni. I tedeschi devono avere molta pazienza e ricordare quanto è stato duro il nostro processo di riunificazione".

Infine, Merkel torna sul tema degli eurobond, che venerdì 9 avrebbero provocato le dimissioni di Stark dal board della banca centrale. "Nei momenti difficili - spiega - si cercano soluzioni facili come sono gli eurobond. Resto contraria perché lo strumento non colpisce la radice del problema".

Leggi tutto