Steve Jobs lascia la guida di Apple

1' di lettura

L'amministratore delegato in un comunicato: "Non posso più far fronte ai miei impegni". Resterà come presidente. Il nuovo Ceo sarà Tim Cook, il suo braccio destro. Trema il titolo nelle contrattazioni del dopo Borsa

Guarda anche:
Apple, ecco i prossimi appuntamenti del dopo Jobs
Apple, il tocco magico di Jobs: dalla bancarotta al boom

Steve Jobs malato: che ne sarà di Apple?

Steve Jobs si è dimesso dalla carica di amministratore delegato di Apple e ha passato la guida della società al suo braccio destro Tim Cook, dicendo di non poter più onorare i suoi impegni in un annuncio che ha sollevato preoccupazioni per le sue condizioni di salute.

Jobs, che ha combattuto ed è sopravvissuto a una rara forma di cancro al pancreas, ha rivoluzionato negli ultimi quattro anni il mondo della tecnologia con iPhone e iPad (GUARDA LE FOTO). E' considerato l'anima e il cuore pulsante della società che, proprio questo mese, è diventata la società a maggiore capitalizzazione in America.

"Ho sempre detto che se fosse arrivato il giorno in cui non avrei più potuto far fronte ai miei impegni come amministratore delegato di Apple, sarei stato il primo a dirlo. Sfortunatamente quel giorno è arrivato", scrive in una breve nota Jobs, che diventa ora presidente della società. L'annuncio a sorpresa fa tremare il titolo, che ha perso fino al 7% nelle contrattazioni del dopo borsa.

Leggi tutto