Borse, Wall Street positiva spinge l'Europa. Milano + 0,52%

1' di lettura

I mercati del Vecchio Continente chiudono con una prevalenza di rialzi dopo una giornata di passione. Piazza Affari interrompe la scia di sette sedute consecutive in rosso. Si riduce lo spread tra Bpt e Bund tedeschi

Guarda anche:
La Bce acquisterà titoli di Stato
Le opposizioni: "Italia sotto tutela dell'Ue"
Rating, declassati gli Usa. Vertice tra i ministri del G7
Crisi, Obama: "Noi saremo sempre da tripla A"

L'Europa rimbalza grazie a Wall Street - Giornata contrassegnata da una forte volatilità per le Borse europee, che chiudono positive grazie al traino di Wall Street. I listini Usa rimbalzano vistosamente dopo il tracollo di lunedì 8 agosto e chiudono a fine giornata con un +3,97%.
In un clima comunque molto instabile, l'indice Stxe 600, che fotografa l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, ha chiuso in rialzo di quasi un punto percentuale e mezzo con discreti aumenti per Londra, Parigi e Amsterdam. Stoccolma in particolare ha chiuso in crescita di oltre tre punti percentuali grazie a titoli come Electrolux, salito dell'8,20%. Ancora debole invece Francoforte, che sembra la piazza finanziaria europea più sotto attacco da parte della speculazione in questi ultimi giorni. Ha tenuto Zurigo, che per lunga parte della seduta si era mossa in forte negativo, e anche Milano. Leggero calo solo per Madrid, mentre i listini 'minori' si sono mossi in direzioni diverse: debole Lisbona, piatta Atene, forte Dublino, cresciuta di oltre due punti percentuali.

La chiusura delle Borse - Di seguito, la chiusura degli indici dei titoli guida delle principali Borse europee: Londra +1,89%; Parigi +1,63%; Francoforte -0,10%; Madrid -0,36%; Milano +0,52%; Amsterdam +1,30%; Stoccolma +3,10%; Zurigo +0,60% (ANSA).

Piazza Affari +0,52% - In una seduta vissuta sull'ottovolante per tutte le borse europee, Piazza Affari riesce così a rimbalzare con forti volumi interrompendo la scia di sette sedute consecutive in rosso. A aiutare la borsa milanese è il rally di Wall Street, il rimbalzo di alcuni titoli ciclici e la sostanziale tenuta dei bancari. 
L'indice FTSE Mib - in altalena tra un +2,8% di inizio seduta e cali fino al 3,2% - chiude in rialzo dello 0,52%, l'Allshare dello 0,5%, e il Mid Cap avanza dello 0,91%. I volumi superano i 4 miliardi di euro.

Spread a 281 punti - Termina intorno ai 280 punti lo spread Btp-Bund nella seconda giornata di acquisti da parte della Bce di titoli di Stato italiani e spagnoli. Il differenziale è sceso così stabilmente per tutta la seduta sotto la soglia dei 300 punti, inferiore di oltre 100 punti ai massimi della scorsa settimana, chiudendo a 281,3 mentre i Bonos spagnoli hanno terminato a quota 271,6 punti.
La Banca Centrale Europea, infatti, sta continuando a comprare titoli di stato italiani e spagnoli sul mercato secondario nel tentativo di riportare i prezzi dei titoli emessi dai due Paesi a livelli più sostenibili, dicono i trader.

Intanto lunedì 8 agosto in una telefonata con il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il presidente Barack Obama ha espresso apprezzamento per le misure decise per "affrontare le sfide economiche immediate e migliorare la competitività".

Tutti i video sulla crisi finanziaria

Leggi tutto