Crisi, per l'Italia si muovono Bce e G7

1' di lettura

Lettera di Draghi e Trichet al Belpaese: ecco le misure da prendere. Van Rompuy (Ue): "Le decisioni di Italia e Spagna contribuiranno alla stabilità della zona euro"

Consulta gli indici di Piazza Affari in tempo reale

Guarda anche
:
La Bce acquisterà titoli di Stato
Le opposizioni: "Italia sotto tutela dell'Ue"
Berlusconi: "Pareggio di bilancio anticipato al 2013"
Rating, declassati gli Usa. Vertice tra i ministri del G7

Piazza Affari prova a reagire sotto la spinta delle decisioni dell'Europa e dei 7 grandi della Terra. La Banca centrale europea ha deciso infatti di acquistare bond italiani e spagnoli. Il consiglio direttivo della Bce ha fatto sapere di accogliere "favorevolmente gli annunci fatti dai governi di Italia e Spagna rispetto alle nuove misure" e ha dato luce verde al programma di acquisto di titoli di Stato, senza citare i paesi interessati.
Secondo gli operatori di mercato la Bce starebbe già acquistando sul mercato secondario titoli di Stato italiani e spagnoli dopo la decisione del consiglio direttivo. La giornata di lunedì 8 agosto alla Borsa di Milano è però nel segno dell'altalena.

G7: Garantiremo liquidità ai mercati - Anche dal G7 arrivano rassicurazioni per i mercati. Il Gruppo dei Sette grandi (Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti) è determinato ad agire in modo coordinato per assicurare liquidità, il buon funzionamento dei mercati finanziari, la stabilità finanziaria e la crescita economica. E’ quanto si legge in una nota dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali del G7 diffuso durante la notte. "Queste azioni, insieme all'impegno per il controllo dei conti pubblici consentiranno la sostenibilità economica di lungo periodo", dice il comunicato.

Il G7 promuove inoltre le misure prese da Spagna e Italia: "Nei fondamentali di Spagna e Italia non è avvenuto alcun cambiamento che giustifichi le recenti tensioni finanziarie - si legge - accogliamo con favore le misure aggiuntive annunciate da Italia e Spagna per rafforzare la tenuta dei conti e sostenere la ripresa dell'attività economica e la creazione di posti di lavoro". Il G7 accoglie inoltre favorevolmente l'appoggio alla Grecia e le "azioni decise" da Stati Uniti ed Europa sulla crisi del debito.
"L'attenzione è ora su una rapida e completa attuazione degli accordi raggiunti – continua la nota - accogliamo favorevolmente le dichiarazioni in questo senso di Francia e Germania. E accogliamo favorevolmente le dichiarazioni del consiglio direttivo della Bce".

Lettera di Draghi e Trichet all'Italia - Se dunque le misure annunciate dalla Banca centrale europea rassicurano in parte i mercati, il Corriere della Sera rende noto che l'attuale presidente della Bce, Jean Claude Trichet, e il suo successore a partire dal primo novembre, Mario Draghi, hanno inviato nei giorni scorsi una lettera al nostro Paese in cui indicano le misure da prendere per uscire dalla crisi. Liberalizzazioni, privatizzazioni e riforma del mercato del lavoro i temi toccati dalla missiva.

Commissione Ue: "Fiducia nell'Italia"
- Intanto la Commissione Ue si dice fiduciosa che le misure italiane siano una mossa adeguata a rassicurare i mercati e a riportare stabilità: è quanto ha detto oggi un portavoce dell'esecutivo Ue, ribadendo che né Italia né Spagna avranno bisogno di ricorrere al salvataggio europeo. "Non vediamo alcun bisogno di piani di salvataggio per Italia e Spagna", ha detto il portavoce, spiegando come la Commissione Ue abbia "fiducia" nelle misure prese dal governo di Roma: "Crediamo siano abbastanza per rassicurare i mercati e riportare la stabilità finanziaria".

Tutti i video sulla crisi economica

Leggi tutto