Chiusura positiva per le Borse europee, Milano la migliore

1' di lettura

Dopo l'impegno della politica a stringere sulla manovra e le rassicurazioni dell'agenzia di rating Fitch sull'Italia, piazza Affari chiude con il Ftse Mib a +1,79%. La Fed, pronta a varare misure di stimolo all'economia, incoraggia i mercati

Guarda anche:
L'andamento delle borse negli ultimi giorni
Borse in calo e attacchi speculativi: istruzioni per l'uso
Cosa sono le vendite allo scoperto
Spread: ecco cosa significa

(In fondo all'articolo tutti i video sulla crisi)

Piazza Affari prosegue il trend positivo inaugurato martedì 12 luglio dopo le sedute nere di venerdì 8 e lunedì 11. Complici le rassicurazioni sull'approvazione della manovra e sull'esito degli 'stress test', l'indice Ftse Mib ha segnato un +1,79% a 18.842 punti, mentre l'All Share ha guadagnato l'1,66%. Per la seconda volta consecutiva, Milano è la migliore tra le principali piazze europee, con gli indici che si sono mantenuti in netto rialzo per tutta la durata della seduta (con picchi di oltre il +2% alla fine della mattinata).

Giornata positiva anche per le altre Borse europee: Londra l'indice Ftse 100 sale dello 0,64% a 5.906,43 punti. A Francoforte il Dax avanza dell'1,31% a 7.267,87 punti e a Parigi il cac 40 guadagna lo 0,51% a 3.793,27 punti. In crescita dello 0,66% Madrid, mentre Lisbona perde lo 0,11% e Atene il 2,9%. Ad agevolare l'andamento positivo del listino, le rassicurazioni del presidente della Federal Reserve Usa, Ben Bernanke, il quale ha garantito che il suo istituto è pronto a varare nuove misure positive di stimolo all'economia.

E, per quanto riguarda il nostro Paese, anche il pronunciamento di Fitch sulla situazione economica italiana: l'agenzia di rating ha fatto sapere che non vede la necessità di modificare il rating 'AA-' dell'Italia, con outlook stabile, fin quando il nostro Paese sarà in grado di rispettare i propri obiettivi di bilancio e i costi di indebitamento rimangono sotto controllo. Sul paniere principale, bancari a due velocità. Bene energetici e industriali. In netto rialzo Mediaset. Giù Parmalat. Tra gli altri titoli, balzo di Pininfarina sulle indiscrezioni di stampa che riferiscono del via libera delle banche creditrici all'acquisizione da parte del finanziere bretone, Vincent Bollorè.
In Grecia, invece, Fitch ha tagliato il rating a 'CCC', ben quattro gradini in meno rispetto al precedente 'B+'.

Rassicurazioni sono arrivate anche dalla politica circa una rapida approvazione della manovra finanziaria. "Il decreto per il pareggio di bilancio - ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti all'assemblea dell'Abi - sarà rafforzato su tutto il quadriennio e approvato entro venerdì".
Ottimismo anche nelle parole del governatore di Bankitalia Mario Draghi, che dall'assemblea dell'Abi plaude alla manovra presentata dal Governo in quanto "rappresenta un passo importante nel processo di risanamento dei conti pubblici".


Leggi tutto