Allarme Bankitalia: per il debito pubblico è quasi record

1' di lettura

La stima, comunicata dall'istituto di via Nazionale, riguarda gli enti locali. A trainare il rosso, Sicilia, Sardegna, ma anche le regioni del Centro e del Nord Ovest. I DATI

Balza a 114 miliardi il debito pubblico degli enti locali, che sfiora così il record assoluto di 114,040 miliardi toccato lo scorso maggio.
E' quanto emerge dai dati sul debito pubblico degli enti locali riportato dal supplemento Finanza Pubblica al Bollettino Statistico di Banca d'Italia.
Il debito "locale" ha segnato dall'inizio dell'anno una crescita di 3 miliardi, pari al 2,7%, mostrando un trend di crescita superiore al 2,5% segnato dal debito globale delle amministrazioni pubbliche.

A trainare la crescita del debito è il "rosso" cumulato delle regioni insulari, del Centro e del Nord-Ovest.
Nelle isole si è arrivati a 9,5 miliardi di debito, 476 milioni in più dalla fine di dicembre che significa un +5,2% dall'inizio dell'anno.
Seguono le regioni del Centro, che superano quota 30 miliardi (a 30,3 miliardi) con un aumento di 928 milioni pari al 3,1% dall'inizio dell'anno, e quelle del Nord Ovest che toccano il record assoluto di 32,3 miliardi con una crescita del 3% dall'inizio dell'anno pari a 944 milioni di euro. Più contenuto è invece il trend delle regioni del Sud (escluse Isole) che vede il debito attestarsi a 25,2 miliardi, con 515 milioni in più dall'inizio dell'anno (+2%) e quelle del Nord Est che si fermano a 16,8 miliardi (+1,2% dall'inizio di gennaio, pari a 198 milioni di crescita).

Leggi tutto