La Grecia starebbe valutando l'uscita dall'Euro

1' di lettura

Secondo il settimanale tedesco Der Spiegel il governo di Atene starebbe pensando di uscire dalla moneta comune per adottare una propria valuta. Ma il governo di Papandreu smentisce

Guarda anche:
L'album della crisi in Grecia: scioperi e violenza

Il governo greco starebbe valutando un'eventuale uscita dall'euro: lo scrive oggi il settimanale tedesco Der Spiegel, che cita fonti vicine all'esecutivo di Atene. "I problemi economici della Grecia sono enormi - scrive il settimanale tedesco nella sua edizione online quasi ogni giorno cittadini protestano contro il governo. A questo punto il presidente del Consiglio Georgios Papandreou non vede altra soluzione: secondo informazioni raccolte da Der Spiegel Online, il governo greco sta valutando l'idea di abbandonare l'euro per adottare una propria valuta."

Una notizia che, appena pubblicata, è stata però smentita dal governo di Atene. "L'articolo secondo cui la Grecia sta per lasciare la zona euro non risponde a verità. Articoli del genere danneggiano la Grecia e l'euro e servono ai giochi di speculazione sul mercato", ha detto il viceministro delle Finanze Sachinidis a Reuters. Smentite arrivano anche da Berlino, dove il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, ha dichiarato che "questa (possibilità ndr) non è sul tavolo e non è stata sul tavolo per il governo tedesco né è un argomento a livello europeo".

Nel suo articolo del Spiegel sosteneva inoltre che la Commissione europea, avrebbe convocato un vertice di crisi per venerdì sera a Lussemburgo per discutere della potenziale crisi greca. A questo vertice, sempre secondo la rivista tedesca, il ministro delle finanze Schäuble avrebbe presentato un documento per dimostrare che un'uscita dalla moneta unica, avrebbe significato la bancarotta per la Grecia.

Leggi tutto