Fiat fa bene a Chrysler: primo utile dal 2006

1' di lettura

La casa automobilistica americana archivia il primo trimestre con un utile netto di 116 milioni. L’ad del Lingotto Sergio Marchionne: “La nuova linea di prodotti sta avendo successo sul mercato”

Guarda anche:
La Fiat nell'era Marchionne: LE FOTO
Fiat sale al 30% di Chrysler, ma guarda oltre
La rinascita di Chrysler

Chrysler
torna all'utile netto per la prima volta dal 2006. La casa automobilistica americana archivia il primo trimestre con un utile netto di 116 milioni di dollari a fronte di un rosso di 197 milioni di dollari nel primo trimestre 2010: è la prima volta dal secondo trimestre 2006, quando era sotto il controllo di DaimlerChrysler, e dal 2009, da quando è uscita dalla bancarotta, che Chrysler non registrava un utile netto. Lo comunica la stessa azienda di Detroit.

I ricavi sono saliti a 13,1 miliardi di dollari, il 35% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. ''Chrysler annuncia di aver riportato il primo utile netto da quando la società ha iniziato a operare nel giugno 2009'' spiega la casa automobilistica in una nota, precisando che l'utile operativo è risultato pari 477 milioni di dollari contro i 143 milioni di dollari dello stesso periodo dell'anno precedente.
Al 31 marzo la liquidità di Chrysler risultava pari a 9,9 miliardi di dollari a fronte dei 7,3 miliardi di dollari del dicembre 2010. Chrysler ha venduto 394.000 auto nel primo trimestre, in aumento del 18% rispetto ai 334.000 dello stesso periodo dello scorso anno.

''Il miglioramento delle vendite e della performance finanziaria nel primo trimestre mostra come la nuova linea di prodotti sta avendo successo sul mercato. Questi risultati - afferma l'amministratore delegato di Fiat e Chrysler, Sergio Marchionne commentando i dati trimestrali - sono la prova evidente del duro lavoro e della dedizione dei nostri dipendenti, fornitori e concessionari, che stanno aiutando Chrysler a dar vita a una nuova cultura fondata sulla qualità dei prodotti e su principi di management semplici e solidi''. Marchionne sottolinea inoltre che ''restiamo concentratati nell'offrire grandi prodotti ai nostri clienti e a continuare sulla strada per raggiungere gli obiettivi di vendite a target finanziari fissati nel piano industriale 2010-2014''.

Leggi tutto