Giappone, il sisma e lo tsunami travolgono l’economia

1' di lettura

Secondo i dati diffusi dal Ministero la produzione industriale a marzo è scesa del 15,3%. “Un dato da shock” ha detto il titolare del Tesoro Yosano. Crollano anche i consumi e la fabbricazione delle auto

Guarda anche:
Tsunami Giappone: news, foto e video. Lo speciale
Il dibattito sul nucleare: domande e risposte
Terremoto in Giappone, tutte le immagini

(in fondo all'articolo tutti i video sul terremoto in Giappone)

Gli effetti del sisma giapponese dello scorso 11 marzo colpiscono produzione e consumi. Secondo i dati diffusi dal Ministero dell'Economia la produzione industriale a marzo, su base mensile, ha registrato un drastico calo diminuendo del 15,3%, il dato peggiore dal febbraio 2009 (-8,6%). Le stime si attestavano entro una forchetta compresa tra il -10,8 e -11,4%. Un dato "da shock" ha commentato il ministro dell'Economia giapponese, Kaoru Yosano. Giù anche i consumi. La spesa delle famiglie ha segnato -8,5% a marzo su base annua. Secondo il ministero degli Affari interni la media salariale si è attestata a 421.975 yen, in calo del 4,1% in termini reali.

A causa dell’impatto del disastro che ha colpito il Giappone, la Banca centrale ha tagliato anche le stime di crescita per l'anno fiscale corrente. La Boj ha rivisto al ribasso la crescita del Pil per il 2011 dall'1,6% allo 0,6%, ipotizzando però per l'anno prossimo una crescita al 2,9% dal precedente 2%.

Male anche la produzione dell’auto. Nel mese di marzo è crollata del 57,3% sull'anno precedente per gli effetti del sisma/tsunami, che ha causato la sospensione delle attività prima nelle aree colpite e poi, a tappeto nel Paese, da parte degli impianti delle principali case nipponiche. Secondo i dati diffusi a Tokyo dall'Associazione nazionale dei produttori di vetture (Jama), il mese scorso sono state fabbricate solo 404.039 vetture. La catastrofe ha colpito duramente anche l'export, con un calo a marzo del 26,1% a 312.478 unità, nel primo risultato negativo da 15 mesi. La produzione domestica ha segnato crolli record per tutti i big del settore: -62,7% per Toyota a 129.491 unità, -62,9% per Honda a 34.754 unità e -52,4% per Nissan a 47.590 unità.

Leggi tutto