San Valentino: la festa è romantica, ma anche molto cara

1' di lettura

Il giorno degli innamorati interesserà quasi 150mila attività, tra ristoranti, gioiellerie e agenzie di viaggio. A Milano spesi sei milioni di euro per i gioielli. Leggi i dati sul giro d'affari

L'amore non conosce crisi: con oltre 3mila imprese in più, tra il 2009 e il 2010 l'industria di San Valentino è cresciuta in Italia del 2,3%. Sono complessivamente 143mila le attività interessate dai festeggiamenti dei fidanzati, per lo più ristoranti, ma anche gioiellerie, fioristi e negozi che trattano articoli da regalo.
E' quanto emerge da un'elaborazione della Camera di Commercio di Milano su dati registro imprese al terzo trimestre 2010.

Vacanze: si preferisce il weekend - Con il 33% delle preferenze, città d'arte e località termali sono le mete preferite per una breve fuga d'amore. Per la maggioranza degli innamorati l'idillio durerà soltanto un weekend, e solo una coppia su dieci si concederà una pausa superiore ai cinque giorni. La spesa media si aggira invece attorno ai 520 euro a persona, cifra sostanzialmente invariata rispetto a un anno fa.

A Milano spesi 6 milioni per gioielli - Non conosce tramonto il classico anello. A Milano sono circa 6 i milioni di euro spesi per regalare un prezioso alla festa degli innamorati, con preferenza per i classici anelli (45,1%) e collane (13,7%). Tra le regioni più 'romantiche' emergono Lombardia, Lazio e Campania, che insieme coprono un terzo dell'intero settore e i cui rispettivi capoluoghi compongono il podio delle province con la più alta concentrazione di imprese per innamorati: guida la classifica la capitale, che con quasi 12 mila imprese occupa l'8,3% del comparto, seguita da Napoli (7.284 attività pari al 5,1% del totale nazionale) e Milano (5.533 imprese e un peso del 3,9%).
In un anno a far registrare una crescita maggiore sono Valle d'Aosta (+6,3%), Umbria (+4,2%) e Toscana (+4%) mentre tra le singole province spiccano gli incrementi positivi di Monza e Brianza (+10,3%), Prato (+9,6%) e Rimini (+8,2%). Su tutto il territorio italiano sono 126 le imprese ad aver scelto una denominazione che fa riferimento al protettore degli innamorati: tra le varie attività registrate come "San Valentino" soprattutto ristoranti, bar e pasticcerie, ma anche immobiliari e tenute agricole.

Leggi tutto