Facebook Deals, lo sconto arriva via cellulare

1' di lettura

Nuovo servizio del social network, per ora disponibile solo su mobile: basta iscriversi per ricevere offerte con esercizi convenzionati. Una mossa per contrastare Google Offers e tentare l'assalto a un mercato stimato intorno ai 10 miliardi di dollari

di David Saltuari

Si cammina per la strada, ci si collega con il proprio smartphone a Facebook Luoghi e si scopre che il negozio all'angolo offre un venti per cento di sconto a chiunque si presenti entro due ore. Da lunedì 31 gennaio una cosa del genere è possibile anche in Italia. Facebook ha infatti lanciato anche nel nostro paese la sua nuova applicazione Deals (ma da noi si chiamerà Offerte), che unisce le funzionalità di geolocalizzazione di Facebook Luoghi, con l'idea commerciale dei gruppi d'acquisto online come Groupon o City Deal. Oltre all'Italia il servizio è stato lanciato anche in Canada, Regno Unito, Germania, Francia e Spagna, mentre negli Stati Uniti è già attivo da alcune settimane.

Il funzionamento per gli utenti è molto semplice. Collegandosi a Luoghi (il servizio funziona solo nella versione mobile) si viene geolocalizzati e Facebook mostra, presentandole in una lista, tutte le offerte delle aziende convenzionate che si trovano nelle vicinanze. Una volta iscritti all'offerta ci si presenta nel locale o nel negozio mostrando la schermata del proprio smartphone e si usufruisce dello sconto o dell'omaggio. Le tipologie di offerte alle quali si può aderire sono quattro: 1) Offerta individuale: è il caso più semplice e classico, l'utente si iscrive e poi si presenta nell'esercizio. 2) Offerta amici: in questo caso lo sconto o l'offerta si attiva solamente se si iscrive un gruppo di massimo otto persone (per esempio un ristorante può offrire uno sconto se ci si presenta in almeno quattro persone. 3) Offerta fedeltà: lo sconto si attiva solo se ci si è iscritti a un certo numero di offerte precedenti 4) Offerte di beneficenza. In questo caso iscrivendosi l'azienda si impegna a fare una donazione a un ente benefico.

Per le aziende la partecipazione è per ora ancora un po' complicata. Negli Stati Uniti, dove hanno già superato le prime sperimentazioni, per il proprietario di un negozio o locale basta "reclamare" la propria attività su Luoghi e quindi offrire un Deal, un'offerta. Si stabiliscono i termini dell'offerta (uno sconto, un prodotto in omaggio, un 3 per 2), la durata nel tempo e la si inoltra. Facebook si prende 48 ore di tempo per verificare la validità del Deal e lo attiva (su questo blog americano lo hanno fatto passo passo, mentre qui si possono trovare le faq) . Negli altri paesi in cui l'applicazione è stata lanciata, Facebook Offerte è accessibile solo a un numero limitato di aziende. In Italia hanno aderito, per ora, il gruppo Benetton e Poste Italiane. I contatti tra aziende interessate e Facebook avviene al momento off line. Chi è interessato deve contattare un rappresentante di Facebook.

Con i suoi oltre 200 milioni di utenti su telefonia mobile Facebook tenta in questo modo l'assalto a un mercato, quelli dei gruppi d'acquisto online, stimato intorno ai 10 miliardi di dollari. Ma soprattutto si posiziona in modo strategico rispetto a Google, il suo competitor strategico. Il motore di ricerca guarda da molto tempo al mercato delle offerte online. Dopo aver tentato, inutilmente, di acquistare Groupon per 6 miliardi di dollari, il gruppo di Mountain View ha deciso di lanciare Google Offers. Una scelta che, con Facebook Deals, rischia però di iniziare in salita. 

Leggi tutto