Istat, disoccupazione giovanile quasi al 30%

1' di lettura

I giovani senza lavoro aumentanto e raggiungono un livello mai così alto dal 2004. Stabili invece i dati dell'occupazione per le altre fasce d'età

La disoccupazione resta stabile sia in Italia che in Europa. Nell'area euro a novembre il dato resta al 10,1%, rileva Eurostat,  mentre nell'Europa a 27 il dato si ferma al 9,6%. In Italia, secondo Istat, il tasso di disoccupazione è stabile al 8,7%, ma a preoccupare è l'aumento della disoccupazione giovanile che sale al 28,9%, con un aumento di 0,9 punti percentuali rispetto a ottobre e di 2,4 punti rispetto a novembre 2009. Anche in questo caso si tratta di un livello record dall'inizio delle serie storiche a gennaio 2004.

Nello specifico l'occupazione maschile diminuisce a novembre dello 0,1% rispetto al mese precedente e dello 0,8% rispetto allo stesso mese del 2009. L'occupazione femminile aumenta dello 0,7% rispetto a ottobre e dell'1,4% su base annua. Il tasso di occupazione maschile risulta pari al 67,4%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,7 punti percentuali negli ultimi dodici mesi. Il tasso di occupazione femminile e' pari al 46,3%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto a ottobre e di 0,4 punti percentuali rispetto a novembre 2009.

La disoccupazione maschile risulta in diminuzione del 2,1% rispetto al mese precedente e in aumento del 5,5% rispetto a novembre 2009. Il numero di donne disoccupate aumenta dell'1,5% rispetto a ottobre e del 5% rispetto a un anno prima. Il tasso di disoccupazione maschile e' pari al 7,8%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto a ottobre e in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto a novembre 2009. Il tasso di disoccupazione femminile e' pari al 10%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,3 punti percentuali su base annua. Gli uomini inattivi aumentano dell'1,2% tra ottobre e novembre 2010 e del 2,5% su base annua. Il numero di donne inattive risulta in diminuzione dello 0,5% rispetto a ottobre e dello 0,4% rispetto a novembre 2009.

Leggi tutto