I risparmiatori si possono fidare delle banche?

1' di lettura

Secondo un'indagine di Altroconsumo la maggior parte dei consulenti propone investimenti remunerativi solo per gli istituti di credito e non si interessa alle reali esigenze dei clienti

I risparmiatori si possono ancora fidare delle banche? Secondo una recente inchiesta di Altroconsumo la risposta è decisamente no. L'inviata dell'associazione dei consumatori si è finta una risparmiatrice in cerca di consigli e si è rivolta a ottanta diverse agenzie, divise tra Roma, Milano e Torino per chiedere una consulenza. In 54 banche, il 68% del totale, sono stati forniti consigli redditizi solo per la banca e non per il cliente. Inoltre non è stata fatta nessuna domanda per capire le esigenze e le aspettative del cliente, ma sono stati offerti dei pacchetti alla cieca. In ben 63 sportelli (il 79% del totale) non è stato neanche fornito il prospetto informativo degli investimenti proposti, obbligatorio per legge. Quattro consulenti su dieci hanno dedicato meno di venti minuti al cliente. Con perle di saggezza finanziaria tipo: "Non investa in azioni, i mercati sono incerti", proponendo "un prodotto del tutto innovativo: una polizza vita".

Altroconsumo ha testato gli istituti bancari su diverse tipologie di clienti, dal giovane con un capitale da investire su un breve periodo e a rischio basso, fino al professionista con grande capitale e disposto ad assumersi rischi elevati. In quasi  tutti i casi i consigli ricevuti non hanno mai corrisposto alle reali esigenze del cliente. L'inchiesta, corredata anche da un video effettuato con videocamera nascosta, è disponibile sul sito di Altroconsumo.

Ma la colpa non è solo dei consulenti, spiegano quelli di Altroconsumo. Le banche infatti stabiliscono degli obiettivi di budget ai quali i loro dipendenti si devono attenere spingendoli dunque a vendere soprattutto i prodotti che convengono maggiormente agli istituti bancari. Un conflitto d'interessi su cui la Consob, continua l'associazione a difesa dei consumatori, dovrebbe intervenire imponendo sanzioni.

Leggi tutto