Usa, fallite altre tre banche

1' di lettura

Dall'inizio del 2010 i crack sono 142. Il numero dei fallimenti dichiarati quest'anno supera così il totale del 2009 che si era fermato a 140

Le autorità statunitensi hanno ordinato la chiusura di altre tre banche, portando il totale dei crack 2010 a quota 142. Il numero dei fallimenti dichiarati quest'anno supera così il totale del 2009 che si era fermato a 140. Il totale degli attivi degli istituti che hanno chiuso nel corso del 2010 resta però più basso: 89,3 miliardi di dollari contro 169,7 miliardi.

La banca più importante a non riaprire lunedì sarà la K Bank di Randallstown, nel Maryland che poteva contare su attivi per 538,3 e depositi per 500,1 milioni di dollari che saranno in gran parte "ereditati" dalla M and T Bank di Buffalo.
Gli altri due crack riguardano la Pierce Commercial Bank di Tacoma nello Stato di Washington, i cui attivi e depositi saranno assunti dalla Heritage Bank, e la californiana Western Commercial Bank, i cui clienti passeranno alla First California Bank. I tre crack costeranno 244,9 milioni di dollari alla Fdic, l'agenzia federale di assicurazione sui depositi.

Leggi tutto