Marea nera, anche i conti della Bp affondano

La fuorisucita di petrolio dalla paittaforma ha creato danni enormi all'ecosistema
1' di lettura

Crollano gli utili della compagnia petrolifera, sui quali pesano i miliardi di dollari versati dopo il disastro ecologico al largo delle coste americane. Già nei mesi scorsi la Britsh Petroleum aveva registrato perdite record

GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO SULLA MAREA NERA

Pesa la "marea nera" sui conti di Bp: il disastro del Golfo del Messico inciderà più del previsto sui bilanci del gruppo petrolifero.
Crolla infatti l'utile di terzo trimestre di Bp, sul quale pesano i nuovi accantonamenti versati a seguito del disastro ecologico al largo delle coste degli Usa.
Il colosso britannico, secondo quanto riporta Bloomberg, ha visto scendere del 66% l'utile netto, a 1,79 miliardi di dollari contro i 5,3 miliardi di dollari dello stesso periodo dello scorso anno.
Sul dato hanno pesato accantonamenti per 7,7 miliardi di dollari legati alle perdite di greggio nel Golfo del Messico.
Bp aveva registrato una perdita record nel secondo trimestre, dopo un maxi-accantonamento da 32,2 miliardi di dollari.

Tutti i video sulla Marea Nera

Leggi tutto