Milano è più cara di New York e Parigi

1' di lettura

Secondo il rapporto 2010 della Mercer Human Resource Consulting, il capoluogo lombardo è la meta turistica più costosa del mondo. Colpa l'aumento delle tariffe degli hotel e i prezzi dell'alta moda

Londra, Parigi e New York meno costose di Milano per i turisti. Lo sostiene lo studio 2010 sul costo della vita realizzato dalla compagnia Mercer Human Resource Consulting: se nella classifica generale, comprendente 214 città, Milano si piazza al 15esimo posto, in quella relativa alle metropoli turistiche è la prima della lista.

La classifica viene stilata da Mercer prendendo in considerazione 200 parametri tra costo degli affitti, i prezzi dei trasporti, dei beni di consumo, della ristorazione e dei divertimenti.
Il totale, per quanto riguarda Milano, supera quello di Londra e Parigi (al secondo posto nella lista delle metropoli turistiche), San Paolo, Roma, New York, Vienna, Rio de Janeiro, San Pietroburgo, Atene e L'Havana.
La graduatoria generale invece vede primeggiare Pechino seguita da Londra, Parigi, Tel Aviv, San Paolo, Berna, Sidney e Shanghai. Roma si guadagna invece il 26esimo posto, seguita da New York al 27esimo.

Gli autori dello studio sottolineano che non è la prima volta che "Milano viene criticata in ambito internazionale per essere tutt'altro che economica, specie per i turisti". Dito puntato contro l'aumento delle tariffe medie degli hotel, ma anche sui prezzi proibitivi dei negozi di alta moda.
Giovanni Terzi, assessore alle Attività Produttive del Comune di Milano, ammette che il capoluogo lombardo "può fare molto di più, anzi deve fare di più", ma ribatte anche che "non bisogna sottovalutare il malcostume diffuso per cui ad esempio il caffè, che generalmente costa un euro, viene fatto pagare il quadruplo agli stranieri. Queste astuzie di pochi rovinano purtroppo il lavoro di molti".

Leggi tutto