Scioperi, stop a treni e bus da giovedì 21

1' di lettura

L'agitazione partirà alle 21 di giovedì e terminerà 24 ore dopo. Nelle città e per i convogli a media e lunga percorrenza previste delle fasce di garanzia

Leggi anche:

La Francia in piazza contro la riforma delle pensioni
Italia, Francia e Spagna: guarda le foto delle manifestazioni
Ottobre caldo in Italia: tutte le date degli scioperi

Niente autobus e treni in tutta Italia giovedì 21 e venerdì 22 ottobre. I sindacati nazionali hanno proclamato uno sciopero a sostegno della vertenza per il nuovo contratto della mobilità.

Per quanto riguarda i treni a media-lunga percorrenza, le Ferrovie ricordano  "che saranno assicurati tutti i convogli elencati nell'apposita tabella A dei treni previsti in caso di sciopero
nei giorni feriali e festivi, consultabile sull'orario ufficiale e sul sito web www.ferroviedellostato.it."
Saranno invece garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie a maggiore mobilità pendolare nei giorni feriali (dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21) per quanto riguarda i treni regionali. Per ulteriori informazioni, le Ferrovie consigliano di chiamare il numero 89.20.21.

Nelle città il trasporto pubblico sarà assicurato nelle fasce di garanzia: lo sciopero è stato indetto a livello nazionale dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti e Faisa Cisal. Assicurate le corse sino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Servizio a rischio stop, invece, dalle 8.30 alle 17 e poi dalle 20 a fine giornata. Inoltre, nella notte tra giovedì 21 e venerdì 22 ottobre le corse notturne dei bus potranno essere cancellate.

Leggi tutto
Prossimo articolo