Antitrust, più concorrenza nel mercato di gas e elettricità

1' di lettura

L'Authority chiude le istruttorie a carico delle principali società di distribuzione, che si impegnano a favorire la competitività. Tra le novità, un portale online a disposizione dei venditori per favorire il cambio di fornitore

Più concorrenza nei mercati della vendita al dettaglio di energia elettrica e del gas grazie a una maggior efficienza dei distributori. E' quanto dovrebbe seguire ai provvedimenti adottati dall'Antitrust che, nella riunione dell'8 settembre scorso, ha reso vincolanti gli impegni presentati dai principali distributori di gas ed elettricità (A2A e società di distribuzione controllate A2A Reti Gas e A2A Reti Elettriche, Acea e Acea Distribuzione, Iren e società di distribuzione controllate Aem Torino e Grg, Italgas).
Alla luce degli impegni presi, allo stesso tempo, l'Autorità ha chiuso le quattro istruttorie per possibile abuso di posizione dominante avviate nei confronti degli stessi distributori su segnalazione di Sorgenia.

Tra  gli impegni presentati dalle diverse società, quello di mettere a disposizione dei venditori di elettricità e gas un portale informatico che permetta di gestire le comunicazioni relative al cambiamento del fornitore di energia elettrica e/o gas, nonché quelle sulle prestazioni commerciali del distributore. Il portale dovrà anche mettere a disposizione tutti i dati di misura rilevati periodicamente e le stime dei consumi utilizzate ai fini della fatturazione del servizio di  distribuzione.

L'Antitrust si è comunque riservata di riaprire d'ufficio i procedimenti in presenza di una modifica della situazione di mercato, delle norme oppure se le parti dovessero contravvenire agli impegni presi.

Leggi tutto