La ricerca di Google diventa "Instant"

1' di lettura

Risultati dinamici e testo intuitivo: ecco le nuove funzionalità presentate per risposte sempre più veloci e istantanee. Si potranno risparmiare tra i due e cinque secondi per ogni ricerca.

di Nicola Bruno

Andare avanti e indietro tra le pagine per cambiare le parole chiave. O cliccare sul pulsante “Cerca”.
Tutto tempo sprecato secondo Google. Il più utilizzato motore di ricerca al mondo ha presentato oggi Instant, nuova funzionalità che permette di visualizzare i risultati in un istante, appunto.
Basterà passare con il mouse su una delle parole chiave suggerite per vedere la pagine dei risultati aggiornarsi in automatico sullo schermo. Senza dover premere nessun invio e, soprattutto, senza dover tornare indietro per raffinare la ricerca.
Nella versione italiana basta digitare “M” per visualizzare al volo il Meteo della città in cui si vive. Oppure “J” per avere sott’occhio le prossime partite della Juventus. O ancora “Lad” per vedere l’ultimo video di Lady Gaga.

A Mountain View li hanno già battezzati “risultati dinamici”, dal momento che permettono “di interagire e cliccare ancor più rapidamente sul contenuto web d’interesse”.
E’ stata inoltre introdotta una funzionalità di “testo intuitivo”: la parte finale del termine ricercato viene evidenziata in grigio, di modo che appena compare il suggerimento giusto si può accedere direttamente ai risultati.
Ecco spiegato l’arcano dei Doodle animati che negli ultimi giorni sono comparsi sull’home page del motore di ricerca: dopo le bolle esplosive di ieri, oggi il logo di Google si presentava in grigio, per poi colorarsi man mano che si inseriva una nuova lettera.
Durante la presentazione, la vice-presidente di Google Marissa Mayer ha anche fatto alcune stime sulla quantità di tempo che Instant permetterà di risparmiare.

Secondo i calcoli del colosso di Mountain View, per ogni ricerca Google impiega 1 secondo a restituire i risultati, mentre gli utenti spendono 9 secondi per digitare la parola chiave e altri 15 per selezionare il risultato che più interessa.
In totale fanno 25 secondi. Con Instant sarà possibile risparmiare in media tra i 2 e i 5 secondi.
Nell’ipotesi in cui tutti gli utenti di Google (1 miliardo) attivassero la nuova funzionalità, su scala globale sarebbe possibile risparmiare 3.5 miliardi di secondi ogni giorno. Il lancio di Google Instant arriva proprio all’indomani della diffusione del primo studio che analizza come cambiano gli equilibri nel settore in seguito al’integrazione di Bing e Yahoo .
I due motori ora controllano il 25% del mercato statunitense, mentre il colosso di Mountain View comunque continua a dominare incontrastato con il 71% della quota di mercato. Google Instant può essere già testato online. Chi usa la versione italiana deve prima autenticarsi con il proprio account. Dal prossimo autunno sarà lanciata anche la versione per i dispositivi mobile.

Guarda la guida a Google Instant:



Google Isnstant spiegato con Bob Dylan:



Leggi tutto