Barroso: "In Italia difficoltà per il debito pubblico"

Il presidente della Commissioen europea Barroso
1' di lettura

Al Meeting di Comunione e liberazione, il presidente della Commissione europea parla della situazione economica del nostro Paese: bene le banche, l'indebitamento privato e la disoccupazione, ma "rimangono le criticità" dei conti dello Stato

L'Italia sta vivendo la crisi meglio di altri in alcuni settori come le banche, il debito privato e una disoccupazione sotto controllo: rimangono sempre i problemi del debito pubblico e del deficit di bilancio.
Questa l'analisi del presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso.

Bene le banche, male il debito pubblico - "Riguardo all'Italia - ha detto incontrando i giornalisti al Meeting di Comunione e liberazione - noi sappiamo bene i problemi ma in alcuni settori l'Italia sta andando meglio di altri Paesi come nel caso delle banche, del debito privato e della disoccupazione che è sotto controllo. Rimangono le criticità come il debito pubblico e il deficit di bilancio. Lì ci sarà da lavorare per riportare fiducia nell'economia italiana".

"Un'Europa più forte" - Barroso ha poi parlato della crisi, spiegando che da parte degli Stati membri e di tutte le istituzioni comunitarie serve maggiore "coraggio".
"Ogni crisi - ha aggiunto il presidente della Commissione europea - può  essere anche una benedizione. Dietro ogni crisi si nascondono opportunità di risolvere vecchi problemi con nuove soluzioni".
Per questo, l'Europa, deve trovare "il coraggio di imparare le lezioni. Il messaggio che voglio lanciare è che abbiamo bisogno di una Europa più forte".

Leggi tutto