L'ultima di Blair? Una boutique finanziaria nella City

L'ex primo ministro inglese Tony Blair
1' di lettura

Secondo quanto riferito dal "Sunday Times", l'ex primo ministro britannico ha deciso di aprire una banca in un esclusivo quartiere londinese. Obiettivo? "Offrire servizi di investimento ai super ricchi"

Un po' banca, un po' societa' di consulenza finanziaria, più vicina però a una "boutique" della finanza, mirata a super-ricchi e investitori globali: è la nuova creatura del vulcanico (e ricchissimo) ex premier laburista Tony Blair di cui dà conto la stampa britannica.
La nuova società, che - dicono Sunday Times e Mail Online - ha ottenuto l'autorizzazione da parte della Financial Services Authority (Fsa), il cane da guardia dei servizi finanziari britannici, nasce nella massima discrezione, come si conviene a questo tipo di attività. Ma s'è saputo, riferiscono i giornali, che avrà sede nell'esclusivo quartiere londinese di Mayfair.

Il resto è lasciato un po' alle congetture. Si sa però che il nome della società sarà (almeno provvisoriamente) Firerush Ventures 3 e che sarà uno dei rami della multiforme attività di consulenza finanziaria, commerciale e politica messa su da Blair dopo essere uscito per l'ultima volta dal numero 10 di Downing Street nell'estate del 2007.
E che fa capo alla Tony Blair Associates (Tba), a cui sono collegate diverse società dai nome seriali, come Windrush e Firerush.
Alla Tba si sono rivolti per consulenze, fra gli altri, il governo del Kuwait e il fondo sovrano degli Emirati arabi uniti (Eau), Mubadala. Ora però dal trampolino della consulenza, dicono i giornali, la Tba compie un tuffo nella gestione finanziaria con l'offerta diretta di servizi e di gestione di prodotti finanziari ai suoi clienti.
Quando fu registrata all'Fsa in gennaio, riferiscono i quotidiani online, si credette che la Firerush Ventures 3 fosse una sorta di "cassaforte" privata per l'ingente patrimonio - che si stima ecceda i 20 milioni di sterline - accumulato dall'ex premier, attuale inviato del Quartetto per il Medio Oriente, che alterna pagatissime attività di consulenza ad attività benefiche ed è in attesa dell'uscita in libreria del suo libro di memorie "A Journey", che promette vendite record.

I documenti dell'Fsa, di cui è venuto a conoscenza il Sunday Times, confermerebbero che Tba, tramite la nuova "creatura", potrà "gestire investimenti per i suoi clienti, incluse azioni, fondi di investimento e titoli di stato. Potrà anche fornire servizi a clienti professionisti, anche investitori istituzionali o facoltose persone private che gia' conoscono a fondo i rischi dei mercati finanziari".
Firerush ha ottenuto l'autorizzazione a operare sui mercati finanziari di tutta Europa, inclusi i "paradisi fiscali" Lussemburgo, Lichtenstein e Gibilterra.
Per l'operazione, dice il domenicale del Times, Blair si avvale di suoi provati collaboratori e di esperti finanziari. L'ex premier, rileva, conosce bene il mondo dei ricchi e ricchissimi. Già quand'era assorbito dalle attività di governo aveva trascorso vacanze nelle ville di ricchi e famosi, tra cui anche Silvio Berlusconi.
Forse proprio l'attività nell'alta finanza, commentano i giornali, può spiegare cosa abbia consentito a Blair di donare in anticipo 4,6 milioni di sterline dei diritti d'autore dell'autobiografia non ancora pubblicata alla costruzione di un centro sportivo alla memoria dei caduti in guerra.

Leggi tutto