Draghi: da Basilea 3 benefici a stabilità e crescita

1' di lettura

Il presidente del Financial Stability Board e Governatore di Bankitalia annuncia chei nuovi standard di capitale forniranno "sostanziali benefici di lungo termine alla stabilità finanziaria" e aiuteranno a raggiungere "una più stabile crescita economica"

Dalle norme di Basilea III , con  l'aumento del capitale delle banche e della liquidità rispetto ai  livelli attuali, emergono chiari benefici economici a lungo termine  con una crescita della sicurezza e la solidità del sistema bancario  globale. Lo sottolineano i rapporti del Financial Stability Board  (FSB) e del Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (CBVB).
Il presidente del FSB e il Governatore della Banca d'Italia,  Mario Draghi, ha sottolineato che "l'analisi svolta è ampia e si  avvale di metodi macroeconomici attualmente in uso presso le autorita' nazionali e organizzazioni internazionali".

Draghi sottolinea che "l'analisi dimostra che i costi macroeconomici di attuazione delle  norme più stringenti sono gestibili, soprattutto con adeguate modalità di introduzione, mentre i benefici a lungo termine per la  stabilità finanziaria e una più stabile crescita economica sono  sostanziali".
Dalla valutazione del Comitato di Basilea per l'impatto economico a lungo termine emergono "netti vantaggi economici a lungo termine dall'aumento del capitale minimo e della liquidità rispetto ai livelli attuali, al fine di aumentare la sicurezza e la solidità del sistema bancario globale. I benefici di un maggiore capitale e di liquidità accumulati possono ridurre la probabilità di crisi finanziarie e le perdite di produzione associate a tali crisi. I benefici superano i costi in modo sostanziale".

Leggi tutto