Pensionati, la metà prende meno di 1000 euro al mese

1' di lettura

Nel 2009 la spesa pensionistica è aumentata del 4,3%. Quasi il trenta per cento delle donne prende un assegno inferiore ai 500 euro

Nella Relazione Generale sulla situazione economica del Paese il Ministero del Tesoro sottolinea come un assegno pensionistico su due non raggiunge l'importo di 1.000 euro. Al lumicino invece le pensioni con importo superiore ai 2.000 euro: sono solo il 13,7%. Le donne ricevono complessivamente meno degli uomini e il 27,1% delle pensionate incassa ogni mese meno di 500 euro. Nella suddivisione dei tipi di pensione, il gruppo più numeroso (11,4 milioni) è quello dei titolari di pensioni di vecchiaia. I meno numerosi quelli che invece percepiscono un assegno sociale (334.000) e i pensionati di guerra (293.000).

Nel 2009 la spesa pensionistica raggiungendo quota 234 miliardi di euro, segnando un aumento del 4,3% rispetto all'anno precedente e aumentando di un punto percentuale rispetto al prodotto interno lordo. Il Ministero del Tesoro ha spiegato che l'aumento è dovuto all'adeguamento e la rivalutazione degli assegni all'inflazione e che si è registrato nonostante "l'inasprimento dei requisiti di accesso al pensionamento" entrato in vigore proprio nel 2009.

La spesa per trattamenti assistenziali - aggiunge il ministero dell'Economia - è cresciuta nel 2009 in linea con la dinamica registrata nel 2008 (+4,3% rispetto al +4,4%), "a seguito di una diminuzione degli esborsi per le pensioni di guerra e di aumenti per le prestazioni agli invalidi civili, ai non udenti e non vedenti".

Leggi tutto