Antitrust, maggiori garanzie per gli elettrodomestici

1' di lettura

Le istruttorie avviate nei confronti delle maggiori imprese del settore si chiudono con impegni vincolanti da parte delle aziende. La sostituzione di prodotti difettosi dovrà avvenire in tempi rapidi e certi, più semplice il recesso di acquisti online

Impegni vincolanti per tutelare i consumatori. Si sono chiuse così le cinque istruttorie avviate in gennaio dall'Antitrust nei confronti di nove imprese del settore degli elettrodomestici e dell'elettronica, a seguito delle numerose denunce, arrivate anche al call-center dell'Antitrust, che indicavano un quadro confuso di applicazione della nuova normativa sulla garanzia del venditore a scapito dei consumatori.

Tempi certi e ragionevoli per ottenere, dal venditore, la sostituzione o la riparazione di un prodotto difettoso. Durata della garanzia legale da fare valere nei confronti del venditore per 24 mesi dall'acquisto e entro due mesi dal manifestarsi del difetto. Informazione chiara sulla differenza tra garanzia legale e servizi accessori e sui diritti dei consumatori in materia. Modalita' semplici per l'esercizio del diritto di recesso per gli acquisti effettuati via internet.  Sono questi gli impegni che si sono assunte le maggiori catene commerciali di prodotti di elettronica e di elettrodomestici: Mediamarket (Mediaworld), Unieuro, SGM Distribuzione (MarcoPoloExpert), Euronics e Nova (Euronics), DPS Group e DML (Trony), GRE ed Estendo. 

"L'intervento dell'Antitrust - si legge in una nota dell'Autorita' - che ha ottenuto gli impegni delle grandi catene, ha permesso di fare chiarezza su una normativa poco conosciuta e non applicata". Negli oltre 700 punti vendita delle catene oggetto di istruttoria saranno presenti informazioni chiare e dettagliate sulla garanzia legale dei prodotti risultati difettosi dopo l'acquisto, sui tempi massimi per la riparazione o il cambio del bene acquistato, sull'obbligo del venditore di prendere direttamente in consegna il prodotto difettoso.

Nei casi di vendita online l'esercizio del recesso diventerà più semplice e veloce, e i siti dovranno dare un'adeguata informazione al riguardo.


Leggi tutto