Cedolare secca, a Roma e Milano 400 mln da affitti in nero

1' di lettura

Lo dice un'indagine del Sole 24 Ore, che stila anche una classifica dell'evasione. Al primo posto Potenza con il 66,9% delle locazioni non dichiarate

400 milioni di euro. Tanto potrebbe entrare, complessivamente, nelle casse del comune di Roma e in quelle del comune di Milano tassando gli affitti sommersi con la cedolare secca al 20%. E’ quanto emerge da un’indagine del Sole 24 ore, che riporta anche una “classifica” delle città con il maggior numero di affitti in nero.

Al primo posto Potenza con il 66,9% di affitti non dichiarati, segue Catanzaro con il 60,7%, mentre al terzo posto si piazza Campobasso con il 49,6% degli affitti sommersi. Seguono Roma (46,4%) e Milano (33,3%).  

In tutta Italia, secondo il Sole 24 Ore, sono 500mila le locazioni non dichiarate. Al Sud oltre un affitto su tre avviene in nero.

Leggi tutto
Prossimo articolo