Istat, crolla la produttività del lavoro nel 2007-2009

1' di lettura

Il calo è stato del 2,7% su base annua. Negli ultimi 30 anni era cresciuta in media dell'1,2% all'anno per poi diventare negativa nel periodo 2000-2009

Crollo della produttività del lavoro in Italia nel periodo 2007-2009. Il calo, secondo l'Istat, è stato in media del  2,7% ogni anno. Il dato emerge dalle serie storiche sulla produttività riferite al trentennio 1980-2009 rese note dall’Istituto di Statistica. Serie che mostrano come il valore, cresciuto in media dell’1,2% l'anno negli ultimi 30 anni, sia diventato negativo nell’ultimo decennio, con un calo medio dello 0,5%, fino alla flessione drastica degli ultimi anni.

Il calo della produttività del lavoro nell’ultimo decennio ha mostrato tassi di crescita negativi in tutti i settori tranne agricoltura, silvicoltura e pesca. In particolare, si è registrato un forte calo nel settore delle costruzioni (-1,5% di media all'anno), mentre un calo più contenuto ha caratterizzato commercio, riparazioni, alberghi e ristoranti, trasporti e comunicazioni (-0,2%). Negli altri settori la produttività  del lavoro è diminuita con tassi compresi tra -0,5 e -1,0%.

Nel periodo 2000-2009 la dinamica della produttivita' del lavoro ha avuto andamenti differenziati: dopo un calo negli anni 2000-2003 (-0,8% di media annua), ha ripreso a crescere negli anni 2003-2007 (0,7% in media annua) e ha poi subito una forte riduzione nel periodo 2007-2009, in presenza di una sensibile caduta del monte ore lavorato.

Leggi tutto