Manovra, slitta al 6 luglio la discussione in aula

1' di lettura

La commissione Bilancio del Senato ha chiesto uno slittamento della discussione in aula. A Palazzo Madama l’esame degli emendamenti. Saia (Pdl): “Alla Camera molto probabile voto di fiducia”

La manovra economica del governo.
Tu cosa avresti tagliato?

Discutine nel forum


La commissione Bilancio del Senato ha chiesto alla Capigruppo uno slittamento al 6 luglio dal primo per l'approdo in aula della manovra economica 2011-2012 per la quale diventa sempre più probabile che il governo chieda la fiducia su un maxiemendamento. "Vista la mole degli emendamenti e visti i tempi che abbiamo ci sarà un maxi emendamento in Commissione", ha detto Maurizio Saia, capogruppo del Pdl in commissione. Per quanto riguarda il passaggio in aula a Palazzo Madama "stiamo cercando di venire incontro a qualche richiesta dell'opposizione per vedere se sia possibile evitare la fiducia. Ma alla Camera non ci sono i tempi necessari, quindi il voto di fiducia è molto probabile". Poco prima fonti politiche avevano riferito dell'esigenza manifestata dalla commissione di avere qualche giorno in più per licenziare il provvedimento che contiene 25 miliardi di correzione del deficit per il prossimo biennio. "E' stato chiesto uno slittamento al 6 luglio per l'approdo in aula e si dà per scontato che la Capigruppo accolga la richiesta", ha detto uno fonte parlamentare.


Leggi tutto