Moody's declassa la Grecia

1' di lettura

L'agenzia di rating fa scendere il paese ellenico da A3 a Ba1, il cosiddetto livello spazzatura. Non c'è un rischio default, ma incertezza su quando il paese potrà riprendersi

CRISI GRECIA, L'ALBUM FOTOGRAFICO 

L'agenzia internazionale Moody's taglia il rating sovrano della Grecia, portandolo a livello 'spazzatura'. L'agenzia abbassa il rating a lungo termine di 4 note, da 'A3' a 'BA1' e quello a breve da 'Prime-1' a 'not-Prime'.  Il downgrade di quattro gradini deciso da Moody's "riflette la nostra analisi del bilancio fra i punti di forza e i rischi associati con il pacchetto di aiuti Ue-Fmi, che elimina ogni rischio di breve termine di un default" dovuto alla liquidità e "incoraggia l'attuazione di di una serie di riforme strutturali" osserva in una nota Sarah Carlson, analista della Grecia per Moody's. "In ogni caso i rischi macroeconomici e di attuazione associati con il programma sono sostanziali e piu' coerenti con il rating BA1". "C'e' una considerevole incertezza" sulla tempistica e sull'impatto" che le riforme strutturali avranno "sulla crescita economica del paese. Questa incertezza rappresenta un rischio che ha portato Moody's a ritenere" che per Atene il rating più adatto fosse quello di Ba1 invece che A3". Le prospettive sono "stabili", ovvero riflettono la probabilità che il rating non cambierà per i prossimi 12-18 mesi.

Tutti i video sulla crisi greca:

Leggi tutto