Manovra, Bankitalia: "Potrebbero servire altre misure"

1' di lettura

Audizione in Commissione bilancio al Senato del direttore centrale Salvatore Rossi. Secondo le stime di Palazzo Koch i provvedimenti del governo potrebbero fermare la crescita del Pil dello 0,5%

"L'entità della correzione appare adeguata a raggiungere gli obiettivi di indebitamento netto nel quadro macroeconomico delineato. Potrebbero essere necessari ulteriori interventi qualora si presentasse uno scenario più favorevole". Lo afferma la Banca d'Italia, il cui direttore centrale dell'Area ricerca economica e relazioni internazionali, Salvatore Rossi, è stato sentito a palazzo Madama dalle commissioni Bilancio di Senato e Camera. "La manovra è basata in larga misura su riduzioni della spesa corrente e su misure di contrasto all'evasione. Questa composizione degli interventi appare appropriata, visto il rilievo dell'evasione fiscale nel nostro Paese e il forte aumento della spesa corrente nell'ultimo decennio".

Secondo le stime di palazzo Koch, la manovra potrebbe frenare la crescita del Pil di poco più di mezzo punto percentuale. "La minor crescita economica", ha spiegato Rossi, "retroagirebbe sui conti pubblici determinando un maggior disavanzo nel 2012 valutabile in poco meno di 0,3 punti percentuali, che porterebbe il saldo di quell'anno a circa il 3% del Pil".

Guarda anche:
Fmi: se in Italia non aumenta il Pil servirà nuova manovra

Leggi tutto