Marchionne: ''Tutti devono fare uno sforzo per un accordo"

1' di lettura

L'amministratore delegato di Fiat: ''Le nostre richieste non sono niente di straordinario''. E avverte: ''Se ci sarà l'intesa partiremo con la produzione della Panda nel 2011, se no andremo altrove''.

Tutti devono fare uno ''sforzo'' per trovare l'accordo su Pomigliano. Il messaggio arriva dall'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, a margine della visita del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al quotidiano 'La Stampa'. Rispondendo ai giornalisti che gli chiedono se si farà l'accordo l'ad afferma: ''Speriamo di trovarlo. Lo sforzo lo devono farlo tutti. Le nostre richieste non sono niente di straordinario''.

''Stiamo ancora vivendo in un mondo che non esiste più realmente: vediamo un po' di riconciliare i principi del passato con il presente'', aggiunge Marchionne. Questo è un mercato e un'industria, spiega l'ad, ''che cambierà nei prossimi 20 anni''. Se sarà trovato l'accordo si partirà con la produzione della Panda nel 2011, spiega Marchionne. ''Se no, andiamo a farlo altrove. La macchina è da farsi non abbiamo scelta. La scelta deve essere condivisa con i sindacati, andiamo a domandare agli operai di Pomigliano se vogliono lavorare o meno''.

Leggi tutto