Europa: crollano Euro e borse

1' di lettura

La moneta continentale scende a 1,21 contro il dollaro, il livello più basso da oltre 4 anni. Perdono anche le principali piazze con Madrid e Milano che lasciano oltre il 3% per strada

Frenano le principali Borse europee dopo la diffusione dei dati Usa sui salari non agricoli, del settore privato e di quello manifatturiero, largamente inferiori alle attese degli analisti finanziari e, soprattutto, sulla disoccupazione. Londra cede l'1,77%, Parigi il 2,87%, Francoforte il 2% e Madrid il 3,87%, mentre a Milano il Ftse Mib cede il 3,49%. Sotto pressione le banche con Societé Generale (-8,54%), appesantita sin dal mattino da voci incontrollate su un'esposizione ingente legata ai derivati. L'istituto non ha voluto commentare i rumor, ma secondo indiscrezioni riportate ora dall'agenzia Bloomberg la banca starebbe contattando direttamente gli analisti finanziari per negare l'esistenza di tali presunte perdite. Il gruppo francese, secondo quanto risulta all'agenzia Bloomberg, sta contattando direttamente gli analisti finanziari per smentire l'esistenza del possibile buco. Proprio sui derivati era caduta nel 2009 la testa del presidente del gruppo Daniel Bouton, dopo i 5 miliardi di liquidita' bruciati l'anno prima a causa delle attivita' dell'allora trentenne broker Jerome Kerviel, dipendente della banca parigina.

Subisce anche la moneta europa, che scende  sotto la soglia 1,21 dollari e aggiorna i minimi da quattro anni, raggiungendo i livelli più basso da aprile del 2006. Sono ancora lontani i tempi del 1999, quando il rapporto Euro Dollaro raggiunse in assoluto il suo minimo storico a 0,85%.

In mattinata Eurostat aveva diffuso dati ottimisti sulla ripresa in Europa, secondo qui il Pil italiano nel primo trimestre sarebbe cresciuto dello 0,5%.

Leggi tutto